Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

Beni sequestrati, le buone prassi dei commercialisti

Da oggi al 12 a Roma il convegno del CNDCEC “Conoscere per gestire” per illustrare le esperienze dei territori che amministrano i beni sottratti alla criminalità. Parteciperanno il direttore dell’ANBSC, Umberto Postiglione, ed il procuratore della Repubblica Giuseppe Pignatone

Saranno il Grand Hotel Gianicolo (10-11 novembre) ed il Teatro Ghione (12 novembre) ad ospitare a Roma il convegno del Consiglio nazionale dei commercialisti “Conoscere per gestire”. L’evento - caratterizzato da 6 workshop e una tavola rotonda - rientra nell’ambito delle iniziative che il CNDCEC sta portando avanti in tema di amministrazione giudiziaria dei beni sequestrati e confiscati per supportare i commercialisti nello svolgimento dell’attività in questo particolare ambito della professione.

Oltre che il titolo del convegno, “Conoscere per gestire” è anche il nome del progetto del Consiglio nazionale basato sull’idea di recarsi nei territori maggiormente interessati dal fenomeno dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata per confrontarsi sia con professionisti e magistrati che svolgono le delicate funzioni di custodi e amministratori giudiziari, sia con i funzionari dell’ANBSC (Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità). A tutti questi soggetti il Consiglio nazionale ha sottoposto un questionario attraverso il quale conoscere le prassi, positive e negative, registrate sul territorio di riferimento e gestire quindi in modo consapevole i compendi sottratti alle consorterie criminali. I risultati dell’indagine saranno illustrati nel corso del convegno.
Non è un caso che le location dell’evento siano proprio il Grand Hotel Gianicolo ed il Teatro Ghione, due dei tanti beni confiscati alla criminalità tornati a nuova vita dopo il sequestro.

Le giornate del 10 e 11 novembre saranno caratterizzate da tre workshop ciascuna dedicati al Nord, al Centro e al Sud Italia a cui parteciperanno magistrati dei tribunali di Roma, Napoli, Bari, Milano, Reggio Calabria, Palermo e Trapani insieme agli amministratori giudiziari che operano nel Lazio, in Campania, in Puglia, Lombardia, Calabria e Sicilia.

Il convegno si concluderà sabato 12 novembre con una tavola rotonda moderata da Luca D’Amore della Fondazione nazionale dei commercialisti. Porteranno i loro saluti il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Gerardo Longobardi, ed il presidente della Fondazione nazionale di categoria, Giorgio Sganga. Sarà poi Maria Luisa Campise, consigliere CNDCEC delegato alle Funzioni giudiziarie, ad illustrare il progetto “Conoscere per gestire”.

Parteciperanno i presidenti delle Sezioni Misure di Prevenzione dei tribunali italiani Guglielmo Muntoni (Roma), Francesca La Malfa (Bari), Ornella Pastore (Reggio Calabria), Piero Grillo (Trapani). Saranno presenti, inoltre, il prefetto Umberto Postiglione, direttore dell’ANBSC, Giuseppe Pignatone, procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma e Bruno D’Urso, presidente della sezione Gip del tribunale di Napoli. E' stato invitato a partecipare anche Franco Roberti, procuratore nazionale Antimafia.

La partecipazione all’evento prevede l’attribuzione di crediti formativi per gli iscritti all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.