Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

Cndcec Report

L’attività di luglio-agosto

di Ufficio Stampa CNDCEC

1/19
Mediazione

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il documento “Proposta di modifica al D.Lgs. 28/2010”, redatto dalla commissione “Mediazione e Conciliazione” che rientra nell’area di delega “Funzioni giudiziarie” del consigliere Maria Luisa Campise.
Il testo reca proposte di modifica alla disciplina al suddetto decreto legislativo e successive modificazioni finalizzati ad incentivare il ricorso al procedimento di mediazione, volto alla conciliazione delle controversie civili e commerciali e, in particolar modo, a valorizzare la funzione del primo incontro tra le parti, incoraggiandone lo svolgimento effettivo.
Un ulteriore profilo di intervento attiene al sistema di agevolazioni fiscali, con particolare riguardo al meccanismo di riconoscimento di un credito d’imposta che si ritiene auspicabile differenziare in relazione alle tre ipotesi di accesso alla mediazione.

2/19
Concordato preventivo

Anche il Consiglio nazionale dei commercialisti partecipa ad una ricerca sui concordati preventivi realizzata dall’OCRI (Osservatorio Crisi e Risanamento delle Imprese).
Il progetto prevede l’acquisizione di una serie di informazioni su tutte le procedure di concordato ammesse tra il 1° dicembre 2009 ed il 31 dicembre 2015. Per partecipare, i commissari che già utilizzano Fallco Fallimenti, troveranno in Fallco un nuovo rigo di menu denominato “Ricerca concordati”, mentre gli altri dovranno inviare una email a Zucchetti Software Giuridico srl (info@fallco.it), specificando che desiderano dare il proprio contributo.
Il termine per la compilazione del questionario è fissato al prossimo 20 settembre, ma il CNDCEC invita gli iscritti all’Albo a rispondere entro il 25 luglio per mettere a disposizione del Parlamento i risultati di una prima elaborazione statistica.

3/19
Tirocinio

Il Consiglio nazionale dei commercialisti, attraverso l’informativa n. 85 e facendo seguito alla n. 53, ha comunicato agli Ordini territoriali che il 19 agosto scadranno i 4 mesi indicati per presentare al CNDCEC le proposte di istituzione dei corsi da parte degli stessi Ordini locali.
Si tratta di un vero e proprio obbligo per effetto delle disposizioni contenute nel DPR 137/2012 a differenza di quanto prevede il DM 143/2009 per i corsi di formazione “integrativi” del tirocinio, la cui istituzione è solo facoltativa.
Il Consiglio nazionale esaminerà le proposte pervenute per poi trasmetterle al Ministero della Giustizia che ne verificherà l’idoneità e stabilità la data di partenza dei corsi.

4/19
Falcidia Iva

Il CNDCEC ha pubblicato il documento “L’(in)falcidiabilità del credito IVA”, un commento alla sentenza della Corte di Giustizia UE del 7 aprile 2016 che ha affermato l’accettazione di un pagamento parziale di un credito IVA, da parte dell’imprenditore che ha presentato domanda di ammissione a concordato preventivo, che non costituisca una rinuncia generale e indiscriminata alla riscossione del tributo e che non sia contraria all’obbligo gravante sugli stati dell’Unione di assicurare il prelievo generale dell’Iva nel territorio su cui insiste la propria sovranità, nonché la riscossione effettiva delle risorse proprie dell’Unione.
Già all’indomani della sentenza, il Consiglio nazionale era intervenuto sul tema affermando che la Corte UE aveva confermato definitivamente la posizione dei commercialisti in materia di transazione fiscale.

5/19
Memorandum n. 9

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il Memorandum n. 9 su “Gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro”, curato dal gruppo “Rapporti di Lavoro autonomo, Arbitrato e Certificazione dei contratti di lavoro” che rientra nell’area di delega “Commercialista del lavoro” del consigliere Vito Jacono.
Le importanti novità intervenute con il decreto legislativo n. 148 del 14 settembre 2015, in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, già trattate dal Memorandum n. 4, hanno reso necessarie le note di aggiornamento in seguito all’emanazione da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali di due decreti: il n. 95075 del 25.03.2016, di concerto con il MEF, ed il n. 95442 del 15.04.2016, che completano la riforma e pongono in capo ai datori di lavoro ed ai professionisti che li assistono ulteriori e rigorosi adempimenti.

6/19
Sospensione feriale

Il presidente dei commercialisti italiani, Gerardo Longobardi, ha inviato una lettera al direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, per chiedere la sospensione feriale dei termini a carico dei contribuenti che sarebbe già dovuta essere a regime nel decreto semplificazioni, poi accantonato dall’Esecutivo.
I commercialisti sono stati costretti ad invocarne l’applicazione in via amministrativa, essendo giunte al CNDCEC segnalazioni di diversi Ordini territoriali e singoli iscritti in merito alle difficoltà che gli studi professionali incontrano per dar seguito alle numerose richieste documentali relative al controllo formale delle dichiarazioni dei redditi. Ciò va ad aggiungersi alle 160mila comunicazioni di anomalia dei dati relativi agli studi di settore ed alle 100mila lettere per la compliance che l’Agenzia sta recapitando ai contribuenti in questi giorni per segnalare possibili errori nelle dichiarazioni.

7/19
Elezioni di categoria

Con l’informativa n. 83 del 7 luglio, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha comunicato agli Ordini territoriali che le date fissate per le elezioni di categoria a livello locale sono quelle del 3 e 4 novembre 2016. Il CNDCEC, inoltre, ha espresso parere favorevole alla data del 1° dicembre 2016 per lo svolgimento delle elezioni per il rinnovo dei vertici nazionali.
A comunicare la decisione del Ministero della Giustizia era già stato il presidente nazionale della categoria, Gerardo Longobardi, nel corso dell’Assemblea degli Ordini territoriali svoltasi il 6 luglio a Roma.

8/19
Documento CNDCEC-FNC

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato il documento “Principi di redazione dei modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001” redatto dalla Fondazione nazionale di categoria.
Il documento nasce dall’esigenza di offrire una risposta alle istanze dei tanti commercialisti impegnati in questa area, sia come esperti aziendalistici incaricati della redazione dei modelli organizzativi, sia come componenti di collegi sindacali ed organismi di vigilanza, sia come consulenti tecnici nella valutazione di idoneità dei modelli organizzativi in sede giudiziaria. Pur in assenza di un vero e proprio obbligo normativo, infatti, lo sviluppo dei modelli organizzativi sta diventando una scelta indispensabile per gli enti che intendano offrire garanzie di trasparenza e legalità.

9/19
Giustizia tributaria

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha presentato un documento contenente cinque proposte per una riforma equilibrata della giustizia tributaria, nonchè altrettante osservazioni critiche sulla proposta di legge delega Ermini.
Tra le altre cose, secondo il CNDCEC, va mantenuta ferma la natura speciale dell’attuale giurisdizione tributaria. Le Commissioni tributarie, infatti, al di là delle criticità che vivono e che vanno risolte, sono in grado di assicurare celerità e snellezza del giudizio, difficilmente replicabili in seno alla giustizia civile. Inoltre, l’inevitabile aggravio del contenzioso tributario sulla Giustizia ordinaria, già sull’orlo del collasso, porterebbe alla paralisi di quest’ultima.

10/19
Assemblea degli Ordini

Si è svolta il 6 luglio a Roma l’Assemblea degli Ordini territoriali dei commercialisti, convocata dal Consiglio nazionale di categoria. Nella sua relazione, il presidente Gerardo Longobardi si è soffermato sull’attività svolta dal CNDCEC negli ultimi mesi. Il presidente dei commercialisti ha ricordato, tra l’altro, l’iter del Codice delle sanzioni - rimasto in pubblica consultazione fino al 30 giugno - e le richieste di modifica sottoposte al Ministero della Giustizia sul Regolamento della formazione professionale continua, in vigore dall’inizio di quest’anno.
Alla relazione di Longobardi è seguita quella del tesoriere, Roberto Cunsolo, che ha illustrato il bilancio consuntivo 2015 del Consiglio nazionale, approvato all’unanimità dai 122 Ordini presenti in sala.

11/19
Rapporto 2016 e Commercialista di base

Sono stati presentati il 5 luglio a Roma due documenti della Fondazione nazionale dei commercialisti: il Rapporto 2016 ed Il commercialista di base.
Il primo è la ricerca statistica sugli iscritti all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili giunta alla nona edizione, mentre “Il commercialista di base” esamina le condizioni per il riconoscimento dell’assistenza contabile e fiscale di base “pubblica” a favore dei contribuenti minori, ipotizzando la figura del commercialista di base che opererebbe in via esclusiva ed autonoma.

12/19
Tavolo scadenze fiscali

Lo scorso 5 luglio, il Viceministro dell'Economia, Luigi Casero, ha avviato i lavori di ridefinizione delle scadenze fiscali, con una prima riunione che si è tenuta al MEF a cui hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti del Consiglio nazionale dei commercialisti.
Obiettivo dell'iniziativa è quello di giungere per il prossimo anno ad un sistema semplice
ed organico delle scadenze per gli adempimenti ed i versamenti fiscali. A breve il tavolo tornerà a riunirsi, poi il dossier verrà approfondito a livello tecnico.

13/19
Evento formativo

Lo scorso 4 luglio, il Consiglio nazionale dei commercialisti, in collaborazione con la sua Fondazione, ha reso disponibile agli Ordini di categoria la fruizione dell’evento “L’ultima spiaggia: presupposti e limiti dell’intervento della Corte di Cassazione nelle controversi fiscali”.
Scopo del convegno è stato quello di affrontare il tema di come debba essere impostato e condotto il giudizio di merito avanti alle Commissioni tributarie provinciali e regionali, così da consentire all’avvocato cassazionista di utilizzare nel modo più efficace la sua “tecnica della redazione del ricorso per cassazione”. Tecnica che risulterà vana se il commercialista che ha curato il giudizio di merito non avrà predisposto gli agganci e le basi su cui il cassazionista può ancorare il suo atto di impugnazione.

14/19
Formazione

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato sul proprio sito internet il Registro contente l’elenco delle Associazioni di iscritti all’Albo e degli altri soggetti autorizzati all’organizzazione di attività di formazione, previsto dall’articolo 9 (comma 1) del Regolamento per la formazione professionale continua.
Le attività formative organizzate dai soggetti autorizzati sono approvate dal Consiglio nazionale su istanza dell’Ordine territorialmente competente che riceve ed istruisce le richieste presentate. Per questo motivo, il CNDCEC invita gli Ordini a voler istruire le istanze di accreditamento che i soggetti autorizzati presenteranno in modalità cartacea, inviando la documentazione ricevuta e l’esito dell’istruttoria all’indirizzo prontordini@commercialisti.it.

15/19
Quaderno sul commissario giudiziale

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato il Quaderno “Il commissario giudiziale nella fase prenotativa della procedura di concordato preventivo”, elaborato dalla commissione “Concordato preventivo prenotativo” che rientra nell’area di delega “Procedure concorsuali” dei consiglieri Felice Ruscetta e Maria Rachele Vigani.
Il documento offre una disamina delle principali problematiche sorte nei primi anni di applicazione dell’art. 161, comma 6 della legge fallimentare. Si tratta di un’analisi ragionata delle previsioni contenute nella L.F., anche alla luce delle prassi applicate nei tribunali, con particolare attenzione al ruolo del commissario giudiziale eventualmente nominato dal tribunale.

16/19
Memorandum n. 8

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il Memorandum n. 8 su “L’internazionalizzazione e la legislazione applicabile ai lavoratori”, curato dal gruppo “Rapporti di lavoro autonomo, arbitrato e certificazione dei contratti di lavoro” che rientra nell’area di delega “Commercialista del lavoro” del consigliere Vito Jacono.
Il documento, attraverso un’analisi dei vari aspetti normativi, consente di avere una visione d’insieme esaustiva e compiuta sull’internazionalizzazione del mondo del lavoro grazie ai diversi argomenti trattati: il lavoro nella dimensione transnazionale; il distacco e la somministrazione transnazionale dalla prima Direttiva ai giorni nostri; la libera circolazione ed il soggiorno dei cittadini comunitari; gli aspetti fiscali per i redditi prodotti all’estero; gli aspetti previdenziali nella mobilità transnazionale; i link utili per la gestione del lavoro transnazionale.

17/19
Missione a New York

Si svolgerà a New York, dal 7 al 10 novembre 2016, una missione istituzionale promossa dal Consiglio nazionale dei commercialisti ed aperta a tutti gli iscritti all’Albo.
La missione negli USA, che rientra nell’ambito dei progetti dell’area internazionale del CNDCEC a conclusione del ciclo di seminari del Road Show per l’internazionalizzazione (che si concluderà a Roma il 25 ottobre), è la seconda del genere promossa dal Consiglio nazionale e segue quella svoltasi a Dubai nel 2015. Nell’ambito della missione, è previsto un seminario incentrato sugli incentivi e sulle strategie a sostegno delle imprese e dei professionisti per i processi di internazionalizzazione.

18/19
Software Selection

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato il documento “Software Selection”, realizzato dalla commissione “Organizzazione dello studio professionale” che rientra nell’area di delega “Consulenza direzionale e Organizzazione aziendale” del consigliere Ugo Marco Pollice.
Il documento è stato successivamente tradotto in un’applicazione web, disponibile sulla piattaforma CONCERTO. La Software Selection si propone di rendere più consapevoli i commercialisti che si trovano ad affrontare la scelta dell’acquisto, della sostituzione e dell’implementazione del c.d. gestionale dello studio. La finalità del documento, quindi, è promuovere una maggiore consapevolezza nella scelta del software ed una migliore valutazione propedeutica al confronto e/o alla scelta rispetto alle diverse offerte presenti sul mercato.

19/19
Direttiva 2014/95/UE

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato il documento “Direttiva 2014/95/UE sulla disclosure non finanziaria e sulla diversità nella composizione degli organi di amministrazione, gestione e controllo”, a cura della commissione “Sostenibilità e corporate reporting” che rientra nell’area di delega “Consulenza direzionale e Organizzazione aziendale” del consigliere Ugo Marco Pollice.
Il documento si propone di delineare nuovi scenari riguardanti gli skill dei commercialisti nella prospettiva di individuare opportuni percorsi formativi (anche nell’ambito del progetto di FPC e dei programmi formativi realizzati dagli Ordini territoriali) incentrati sulla specifica natura delle informazioni di sostenibilità e sulle forme di rendicontazione funzionali all’adempimento degli obblighi di disclosure previsti dalla direttiva europea.