Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

Cndcec Report

L’attività di novembre

di Ufficio Stampa CNDCEC

1/10
Manifestazione pubblica

Anche il Consiglio nazionale dei commercialisti aderirà alla manifestazione pubblica organizzata e promossa il prossimo 14 dicembre, a Roma, dalle associazioni nazionali di categoria contro gli ultimi provvedimenti in materia fiscale, come il recente decreto 193/2016.
In occasione dell’evento, che si svolgerà dalle ore 11 alle ore 16, verrà proclamato il primo sciopero nazionale dei commercialisti nel rispetto delle norme contenute nel codice di autoregolamentazione delle astensioni collettive, di cui la categoria si è dotata nel 2014.

2/10
Memorandum n. 13

È dedicato alla sicurezza nei luoghi di lavoro il Memorandum n. 13 pubblicato dal Consiglio nazionale dei commercialisti. Il documento è stato realizzato dal gruppo “Rapporto di lavoro subordinato e previdenza” che fa parte dell’area di delega “Commercialista del lavoro” del consigliere nazionale Vito Jacono.
In passato, la sicurezza nei luoghi di lavoro era un compito esclusivo del datore di lavoro, ma con l’avvento del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e del nuovo D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, modificato dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106, è stata invece affermata la nuova cultura della prevenzione dei rischi, basata sul concetto fondamentale che tutti i soggetti aziendali devono attivamente cooperare tra di loro per favorire il radicamento di un nuovo modo di agire passando dal concetto di sicurezza come mero obbligo a quello di sicurezza valore.

3/10
IPSAS

Saranno in pubblica consultazione fino al 22 dicembre le traduzioni in lingua italiana dei Principi contabili internazionali per il settore pubblico. Si tratta degli ultimi 11 IPSAS, tradotti dal Consiglio nazionale dei commercialisti a completamento di quanto già pubblicato lo scorso anno.
L’invito a proporre commenti e proposte di revisione, da inviare all’indirizzo traduzioni@commercialisti.it, è rivolto agli iscritti all’Albo dei commercialisti, ad accademici e rappresentanti delle Istituzioni e delle amministrazioni pubbliche in particolare.
Trattandosi di una traduzione fedele del testo originale in lingua inglese, i commenti dovranno riguardare unicamente la correttezza e la comprensibilità della traduzione senza entrare nel merito del principio stesso.

4/10
Convegno Terzo settore

Dopo l’approvazione del primo decreto legislativo sul servizio civile universale da parte del Consiglio dei Ministri, cominciano a prendere forma anche gli altri decreti di attuazione della legge delega n. 106/2016 sulla riforma del Terzo settore.
Lo ha annunciato il sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Luigi Bobba, intervenuto, il 17 novembre, al convegno “Il Terzo Settore alla prova dei decreti attuativi”, organizzato a Roma dal Consiglio nazionale dei commercialisti.
Si tratta di un argomento su cui il CNDCEC ha investito molto, insieme con la commissione nazionale No profit, area di delega del consigliere nazionale Sandro Santi, che ha prodotto proposte organiche importanti già sul tavolo del sottosegretario Bobba. Per i commercialisti, è necessario ottimizzare il funzionamento di una macchina che sta per partire e che darà slancio e forza economica al Paese.

5/10
Report Beni confiscati

Nel corso del convegno “Conoscere per gestire”, organizzato dal CNDCEC a Roma dal 10 al 12 novembre, è stato presentato dal consigliere nazionale delegato alle Funzioni giudiziarie, Maria Luisa Campise, il Report con i dati relativi alle buone e cattive prassi messe in atto sui territori nel processo di gestione dei beni sequestrati, così come emerse dal questionario somministrato ai 143 Ordini territoriali dei commercialisti.
Il grande valore dell’evento è stato quello di riunire un alto numero di magistrati, amministratori giudiziari, funzionari dell’ANBSC e professionisti di tutta Italia, che si sono confrontati sulle pratiche adottate nei diversi territori, abbattendo confini geografici e ritrovando una unità d’intenti che in questo campo può risultare la formula vincente per svolgere un lavoro efficiente.

6/10
Audizione decreto fiscale

Si è svolta il 2 novembre, presso le commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera, l’audizione del Consiglio nazionale dei commercialisti su “Conversione in legge del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili (A.C. n. 4110)”, a cui hanno partecipato il Presidente nazionale, Gerardo Longobardi, ed il consigliere nazionale delegato alla Fiscalità, Luigi Mandolesi.
I commercialisti condividono la necessità di contrastare il fenomeno dell’evasione e delle frodi nel settore dell’IVA, anche attraverso l’anticipazione dei controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate, ma esprimono il loro fortissimo dissenso per l’introduzione dello spesometro trimestrale.

7/10
Nuovo terremoto

Anche in occasione del nuovo forte terremoto che ha colpito l’Italia centrale, il CNDCEC ha manifestato la propria solidarietà verso gli iscritti all’Albo e coloro che sono stati danneggiati da questa ennesima tragedia, continuando la sottoscrizione già avviata in occasione del sisma dello scorso 24 agosto.
La sottoscrizione promossa dal Consiglio nazionale ha come braccio operativo l'associazione COMMUNITAS ONLUS. I versamenti possono essere effettuati sul conto corrente intestato ad Associazione COMMUNITAS ONLUS (IBAN: IT 20 W 0335901600100000112746), specificando nella causale "Terremoto 2016" e l’Ordine di appartenenza.

8/10
Contrasto al terrorismo

Il contrasto al finanziamento del terrorismo: normativa e adempimenti del professionista” è il titolo del documento pubblicato dal CNDCEC, area di delega “Antiriciclaggio” che fa capo al consigliere nazionale Attilio Liga.
Tra le attività di natura cautelare che vedono anche i commercialisti tra i destinatari, infatti, rientra la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di finanziamento del terrorismo richiamato dai d.lgs. 231 e 109 del 2007. Anche nell’intento di dare una prosecuzione ideale al lavoro sfociato nella redazione del Manuale delle procedure operative per gli studi professionali, il nuovo documento focalizzata l’attenzione sulla fattispecie del finanziamento al terrorismo e sulla peculiarità delle misure da predisporre per la sua prevenzione.

9/10
Reti di impresa

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il documento “Le reti di impresa nel diritto del lavoro, della previdenza e delle discipline sociali: dalla teoria alla pratica”.
Le reti d’impresa rappresentano un’opportunità a disposizione soprattutto delle micro e piccole imprese per un nuovo modello di sviluppo. Questa fattispecie, nonostante sia un’importante innovazione nel diritto contrattuale italiano, ancora oggi, a distanza di parecchi anni, si muove in uno scenario altamente opinabile. Questo manuale vuole rispondere all’esigenza di dare una regolamentazione di supporto che possa essere di reciproco aiuto nell’individuazione delle “reti buone” rispetto alle “reti cattive” e vuole provare a riempire le molteplici lacune della disciplina lavoristica sulle reti di imprese almeno in ambito giuslavoristico.

10/10
Decreto fiscale

Eliminare lo spesometro trimestrale ed approvare il pacchetto di semplificazioni fiscali da tempo concordato tra Governo, Agenzia delle Entrate e commercialisti. È quanto richiesto dal Consiglio nazionale dei commercialisti in un incontro tenutosi il 27 ottobre presso il Ministero dell’Economia, nel corso del quale i vertici della categoria hanno manifestato la loro totale contrarietà ai nuovi adempimenti introdotti dal Decreto fiscale.
I commercialisti, infatti, hanno denunciato il paradosso per cui dal decreto è scomparso il pacchetto semplificazioni da tempo concordato con MEF e Agenzia delle Entrate, mentre, contrariamente agli accordi presi all’interno del Tavolo tecnico istituito presso il MEF, vengono aumentati gli adempimenti a carico di imprese e lavoratori autonomi con un regime sanzionatorio del tutto sproporzionato. Altrettanto sorprendente, per i commercialisti, è l’assenza delle modifiche da tempo annunciate dall’esecutivo sugli studi settore.