Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

CNDCEC Report

L'attività di maggio del Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili

di Ufficio Stampa CNDCEC

Riforma Ordinamento professionale
Un confronto democratico senza precedenti che coinvolgerà l’intera categoria dei commercialisti sulla definizione di una proposta organica di riforma dell’Ordinamento professionale (d.lgs. n. 139/2005) che si concluderà il prossimo 4 luglio con un’Assemblea dei Presidenti aperta per la prima volta a tutti gli iscritti.
Lo ha annunciato il presidente nazionale della categoria, Massimo Miani, con l’informativa 45/2018 inviata agli Ordini territoriali. A loro Miani sottopone le riflessioni elaborate dal Consiglio nazionale, raccolte in un testo che contiene una serie di proposte di interventi “tecnici” di manutenzione e adeguamento della norma, elaborati tenendo conto dell’esperienza dei primi 10 anni di vigenza dell’Ordinamento professionale.
Approfondimento 1
Approfondimento 2

ZES e Zone logistiche semplificate
Uno studio sulle “Zone Economiche Speciali e Zone Logistiche Semplificate” per offrire una panoramica delle misure previste ed offrire suggerimenti a carattere valutativo sui rischi di una loro implementazione, nonché gli accorgimenti per renderle efficaci e raggiungere l’impatto economico e sociale previsto, adottando un approccio valutativo che si basa su una lunga esperienza maturata nell’ambito delle politiche di sviluppo e coesione. Il documento, pubblicato da Consiglio e Fondazione nazionale dei commercialisti, è accompagnato dall’analisi del caso della Regione Campania.
“Lo studio – sottolineano i due consiglieri delegati alla materia, Achille Coppola e Giuseppe Laurino – si inquadra nell'ambito del progetto Attività d’Impresa del CNDCEC e, in particolare, nell’ambito delle attività del gruppo di lavoro “Economia del mare e della Logistica” per rafforzare le competenze professionali del commercialista che opera o vuole specializzarsi in questo settore".

Analisi fiscale XVII legislatura
Una “pagella fiscale” della XVII Legislatura è stata stilata dalla Fondazione nazionale dei commercialisti, analizzando le cifre della pressione fiscale nel quinquennio 2013–2017. Anni nei quali il carico fiscale esercitato sul PIL è passato dal 43,7% al 41,9%: una riduzione di 1,8 punti percentuali che, sul PIL 2017 (pari a 1.717 miliardi di euro), si traduce in valori assoluti in una minore pressione fiscale pari a 30,4 miliardi di euro.
Secondo il presidente del Consiglio nazionale della categoria, Massimo Miani, “si tratta di un quadro importante da avere chiaro per il Governo. In questo passaggio così delicato per il nostro Paese, non bisogna disperdere quanto di buono è stato fatto laddove è stato fatto e bisogna impegnarsi per dare la giusta e doverosa priorità a interventi mirati verso chi è stato finora trascurato”.

Informativa periodica “Finanza aziendale”
L’area “Finanza Aziendale” del CNDCEC, dei consiglieri delegati Giuseppe Grosso e Lorenzo Sirch, ha pubblicato la sua prima informativa.
Nel corpus centrale del documento si passa in rassegna l’attività svolta dal CNDCEC, le proposte di emendamento a norme e regolamenti presentate e i progetti avviati in sinergia con altri soggetti. Tra questi, una collaborazione con l’Osservatorio Supply Chain Finance della School of Management del Politecnico di Milano; un gruppo di lavoro che, insieme alla Consob, si sta occupando del tema dell’equity crowdfunding e della stesura di un relativo documento. Su questa materia, in collaborazione con gli Ordini locali, sono state avviate iniziative per informare i commercialisti sulle opportunità che questo strumento rappresenta per le aziende. Intrapresa anche una interlocuzione con Borsa Italiana per individuare opportune forme di collaborazione per facilitare l’accesso delle PMI al mercato dei capitali grazie al supporto dei commercialisti.

Disclosure non finanziaria
Promuovere l’interesse economico (anche individuale) nell’ambito del perseguimento dell’interesse pubblico di un sistema sostenibile. Con questo spirito, Consiglio nazionale dei commercialisti e RINA Services hanno predisposto il documento “Corporate responsability reporting e certificazione” per promuovere iniziative in materia di redazione e asseverazione della disclosure di sostenibilità.
Il testo, realizzato per conto del CNDCEC nell’ambito dell’area di delega “Diritto societario” dei consiglieri nazionali Massimo Scotton e Lorenzo Sirch, rappresenta un vero e proprio progetto di responsabilità e opportunità per lo sviluppo delle imprese e del sistema sociale ed economico. Il documento verrà presentato il 5 giugno presso la sede dell’Ordine di Roma.

Informativa “Fiscalità internazionale”
Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato il documento “La fiscalità nell’economia digitale”, nell’ambito del gruppo di lavoro “Fiscalità internazionale”, area di delega dei consiglieri Gilberto Gelosa, Maurizio Postal e Alessandro Solidoro. Con questo primo studio si fornisce una rappresentazione delle questioni affrontate, a livello nazionale ed internazionale, con riferimento alla tassazione di operazioni che presentano quei particolari connotati di innovazione che non si esauriscono col mero trasferimento in un contesto telematico delle operazioni tradizionali e che interessano i professionisti da vicino, in supporto alle aziende, alle istituzioni e ai colleghi di altri Paesi.

Associazione per l’Osservatorio dei bilanci
È stata costituita a Roma l’Associazione italiana per l’Osservatorio dei bilanci e della comunicazione economico-finanziaria, volontaria e senza fini di lucro, tra il Consiglio nazionale dei commercialisti e le Università di Genova, Napoli, Brescia e Firenze. All’Associazione potranno iscriversi tutti coloro che ne condividono le finalità sociali. Suoi organi sono l’assemblea dei soci, il consiglio direttivo (nel cui ambito verrà eletto il Presidente), le Commissioni e le delegazioni e il revisore unico.
“La nascita dell’Osservatorio – affermano il presidente del CNDCEC Massimo Miani e il consigliere nazionale delegato ai Principi contabili Raffaele Marcello – ha come obiettivo quello di analizzare l’applicazione dei nuovi principi OIC nei bilanci tramite l’esame del rispetto dei principi contabili attraverso un indice di compliance e delle scelte operate dalle aziende con riguardo a trattamenti contabili alternativi, laddove previsti dai principi”.

Organismo Italiano di Valutazione (OIV)
Maurizio Grosso, consigliere nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, è stato nominato dal CNDCEC come membro indipendente designato del Consiglio di Gestione dell’OIV (Organismo Italiano di Valutazione). Nel Consiglio dei Garanti dello stesso OIV, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha confermato come suo rappresentante il consigliere nazionale della categoria Raffaele Marcello.
Nel Consiglio di Gestione, in rappresentanza della professione, il CNDCEC – che è uno degli enti fondatori dell’OIV insieme a AIAF, ANDAF, ASSIREVI, Borsa Italiana e Università Bocconi – ha nominato, insieme a Grosso, altri tre membri: Umberto Lombardi, Sebastiano Truglio e Martino Zamboni. Come membro di diretta espressione degli Enti fondatori, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha invece designato Giovanni Liberatore.

Informativa periodica “Fiscalità”
Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato il terzo numero dell’informativa periodica “Fiscalità”, area di delega dei consiglieri Gilberto Gelosa e Maurizio Postal. Il documento è caratterizzato da quattro sezioni: Attività del CNDCEC, Documenti, Progetti ed Eventi.
Nella prima trovano spazio le proposte normative della categoria accolte nel corso dell’iter di approvazione della manovra di bilancio 2018. Nella seconda sezione sono raccolti i documenti prodotti dal Consiglio e dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti. Tra i Progetti un focus su quello riguardante la semplificazione fiscale che ha coinvolto tutti i presidenti degli Ordini territoriali e un dettaglio dei vari gruppi di lavoro costituiti. Chiude l’informativa una rassegna dei principali eventi tenutisi nell’ultimo bimestre e relativi report.

Assemblea dei Segretari
Tenuta dell’Albo e verifiche periodiche, privacy, formazione, tirocinio, disciplina dei bilanci, accesso civico. Sono stati questi i temi affrontati, lo scorso 24 maggio, durante l’Assemblea dei segretari dei 131 Ordini territoriali dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, organizzata dal Consiglio nazionale della categoria a Roma.
Sono intervenuti il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Massimo Miani, e il consigliere segretario del CNDCEC, Achille Coppola, che illustrato i dati sulle attività a favore degli Ordini territoriali e sulle attività di vigilanza.
Il tesoriere nazionale, Roberto Cunsolo, ha illustrato la procedura di riscossione dei contributi degli Ordini locali. Nel pomeriggio le relazioni sulle “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” (Legge 241/1990). I lavori si sono conclusi con le risposte ai quesiti provenienti dai segretari degli Ordini territoriali seduti in platea.

Gruppo di lavoro Sindaci e revisori
È stato costituito, presso il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, il gruppo di lavoro multidisciplinare sulla responsabilità di sindaci e revisori con l’obiettivo di definire i concetti di responsabilità degli organi di controllo nel sistema della governance societaria.
Fanno parte del gruppo di lavoro i consiglieri nazionali Raffaele Marcello, Massimo Scotton e Lorenzo Sirch delegati a “Sistema di amministrazione e controllo” e “Diritto societario”, che hanno affermato: “La responsabilità di sindaci e revisori è un tema attuale ed importante nel sistema della governance societaria dove il ruolo del collegio sindacale e del revisore, nel contesto normativo attuale, assume un’importanza di primo piano, confermata dal legislatore, nell’ambito delle funzioni di controllo delle imprese”.

Informativa periodica “Attività d’impresa”
Il Consiglio e la Fondazione nazionale dei commercialisti hanno pubblicato “I Cluster d’impresa: opportunità di sviluppo per la professione”, il primo documento del progetto “Attività d’Impresa”, area di delega dei consiglieri Achille Coppola e Giuseppe Laurino.
Si tratta di un programma d’azione articolato in relazione ai principali cluster economici nazionali e in particolare: Made In Italy, Service Economy, Hi-tech, Edilizia e Ambiente, Economia del Mare e Logistica.
Il documento rappresenta un’introduzione generale al tema dei cluster d’impresa, con un’analisi ad ampio spettro dell’economia italiana, che si sofferma su aspetti macroeconomici sia di tipo “orizzontale”, attraverso lo studio del PIL, delle sue componenti e dei settori economici, sia di tipo “verticale” attraverso l’approfondimento di concetti quali le filiere, i distretti produttivi e i cluster tecnologici nazionali.

Protocollo Aste telematiche
L’accesso alla piattaforma tecnologica per la gestione delle aste telematiche giudiziarie del Notariato è a disposizione anche di Avvocati e Commercialisti. Lo prevede il Protocollo d’intesa siglato tra Consiglio Nazionale del Notariato, Consiglio Nazionale Forense e Consiglio Nazionale dei Commercialisti.
L’accordo si propone di rafforzare la collaborazione tra le tre categorie professionali, nell’ambito delle attività che vengono svolte in relazione alle deleghe provenienti dall’Autorità Giudiziaria per lo svolgimento di singole fasi delle procedure giudiziarie. Il fine è quello di garantire ai partecipanti alle aste pubbliche la tutela dei rispettivi interessi attuando procedure uniformi, coordinate, certe ed agili che permettano di perseguire obiettivi di efficienza ed economicità potendo servirsi di un unico gestore.

Protocollo CNDCEC-Federcasse
Un protocollo d’intesa per affidare ai commercialisti i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio a favore di lavoratori autonomi, imprese e società che richiederanno finanziamenti di microcredito.
La convenzione è stata stipulata tra il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Massimo Miani, e il presidente di Federcasse, la Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali ed Artigiane (BCC-CR), Augusto dell’Erba.
I commercialisti che intendono convenzionarsi per erogare i servizi ausiliari dovranno autorizzare l’inserimento del proprio nominativo in un apposito elenco consultabile, tenuto dal Consiglio nazionale. Per favorire lo svolgimento uniforme della loro attività professionale, il CNDCEC – di concerto con Federcasse – emanerà linee guida e direttive comuni sull’attività da svolgere.

Informativa periodica “Attività internazionale”
È stato pubblicato il quarto numero dell’informativa periodica “Attività internazionale” di Consiglio e Fondazione nazionale commercialisti, nell’ambito dell’area di delega del consigliere Alessandro Solidoro, che contiene le novità più salienti emerse in ambito europeo ed internazionale come il Forum Annuale della CFE che si è svolto a Bruxelles sulla tassazione equa dell’economia digitale e la riunione dei ministri delle finanze dei paesi UE a Sofia per un confronto sul nuovo approccio alla tassazione societaria nel mercato unico e sulle sfide in ambito fiscale poste dall’economia digitale. Tra le novità riportate in questa edizione spiccano le proposte della Commissione Europea in materia di diritto societario e di commercio elettronico, nonché i report pubblicati dall’OCSE con riferimento all’ambito fiscale.

Protocollo CNDCEC-Agenzia Entrate
È nata all’insegna del dialogo e della collaborazione la piattaforma comune tra Agenzia delle Entrate e Commercialisti per favorire il confronto tra amministrazione e professionisti. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, e il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Massimo Miani, hanno dato il via ad un protocollo d’intesa che – per ogni Direzione regionale delle Entrate e per l’insieme degli Ordini territoriali dei commercialisti di ciascuna regione – prevede l’istituzione di un tavolo congiunto. Si tratta di un canale di comunicazione sempre aperto grazie al quale professionisti e Agenzia potranno confrontarsi per individuare insieme soluzioni in grado di rendere più efficienti le rispettive attività. Alla sottoscrizione del protocollo erano presenti anche i due Consiglieri nazionali dei commercialisti delegati alla Fiscalità, Gilberto Gelosa e Maurizio Postal.

Questionario Tirocinio
A quattro anni dalla stipula della convenzione quadro tra Consiglio nazionale dei commercialisti, Ministero dell’Università e Ministero della Giustizia per lo svolgimento del tirocinio contestuale agli studi, il CNDCEC ha realizzato un questionario per gli Ordini territoriali per effettuare una ricognizione della situazione dal 2014 ad oggi.
Rispetto alla precedente convenzione del 2010 tra Consiglio nazionale dei commercialisti e Ministero dell’Università, l’accordo attualmente vigente ha reso possibile lo svolgimento del tirocinio anche contestualmente agli studi di I livello, consentendo pure agli aspiranti esperti contabili di poter anticipare un semestre di pratica durante il percorso di laurea triennale. Le risposte al questionario dovranno essere inviate entro il prossimo 11 giugno all’indirizzo prontordini@commercialisti.it.

Rottamazione bis
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha chiesto di prendere in considerazione il rinvio tecnico dei termini per la rottamazione bis dopo aver ricevuto da parte di molti iscritti segnalazioni di problemi di accesso al sito dell’Agenzia della riscossione. Una situazione dovuta molto probabilmente ad un effetto imbuto legato all’approssimarsi della scadenza, che non ha agevolato l’adesione alla seconda sanatoria delle cartelle esattoriali. I consiglieri nazionali dei commercialisti delegati alla Fiscalità, Gilberto Gelosa e Maurizio Postal: “Avevamo già segnalato problemi in merito alle comunicazioni sui ruoli, in molti casi non consegnate ai destinatari. Alla luce di queste problematiche, sarebbe forse stato opportuno prendere in considerazione l’ipotesi di un rinvio tecnico dei termini per la rottamazione bis”.

Gruppo di lavoro “Continuità aziendale”
Si è insediato a Roma, presso la sede del Consiglio nazionale dei commercialisti, il gruppo di lavoro “Continuità aziendale nei processi di risanamento” per mettere a punto documenti di supporto allo svolgimento della professione in questo ambito.
“L’attenzione del Consiglio nazionale su questa materia - spiegano i consiglieri nazionali delegati a Procedure concorsuali e risanamento d’impresa, alla guida del gruppo di lavoro, Andrea Foschi e Sandro Santi – è molto forte. I colleghi impegnati nel garantire la continuità aziendale hanno la grande responsabilità di salvare posti di lavoro e di garantire prospettive e futuro a tante aziende del nostro Paese. La consapevolezza di questo ruolo orienterà la nostra attività”.

Gruppo di lavoro “Riforma Rordorf”
Avanzare proposte di limature ai testi dei decreti legislativi della riforma fallimentare con una particolare attenzione al tema delle procedure d’allerta. Sono le finalità del gruppo di lavoro del Consiglio nazionale dei commercialisti sulle procedure di attuazione della Rordorf, guidata dai due consiglieri delegati alla materia, Andrea Foschi e Sandro Santi.
“Nell’attesa dell’entrata in vigore della riforma e anche in considerazione del complicato quadro politico del Paese – spiegano Foschi e Santi – crediamo ci sia ancora spazio per proporre delle limature ai testi dei decreti legislativi consegnati al Ministero della Giustizia lo scorso dicembre. Il Consiglio nazionale dei commercialisti è quindi impegnato ad avanzare in tempi rapidi una serie di proposte praticabili, specie sul fronte delle procedure d’allerta. Proposte sulle quali ci confronteremo in seguito anche con Confindustria e Abi, in una logica di costruttivo dialogo tra i principali soggetti interessati dalla riforma”.

Osservatorio bilanci SRL
Ristoranti e alberghi guidano la crescita delle SRL italiane, registrando un aumento in termini di addetti (+8,4%) e fatturato (+5,1%). I dati emergono dall’Osservatorio sui “Bilanci delle SRL. Trend 2014-2016” pubblicato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti.
L’analisi, sulla base della banca dati Aida ad aprile 2018, riguarda quasi 581mila SRL (su un totale di 835mila) per le quali sono disponibili i bilanci degli ultimi tre anni. Dallo studio emerge come globalmente per le SRL continui il trend positivo in atto che riguarda gli addetti (+3,5), il fatturato (+2,7%) e il valore aggiunto (+5,7%). Il comparto più numeroso è rappresentato dai servizi professionali, finanziari e assicurativi che copre il 31% delle SRL totali esaminate. In termini di valore aggiunto emerge il comparto dei ristoranti e alberghi (+7,7%), si confermano il settore commercio e trasporti (+7,3%) e servizi (+6%).

Corso nazionale amministratori giudiziari
È stato inaugurato a Roma, alla presenza del vicepresidente del CNDCEC Davide Di Russo, il primo corso nazionale di perfezionamento per gli amministratori di beni sequestrati e confiscati, istituito dal Consiglio nazionale dei commercialisti con l’Università telematica San Raffaele di Roma, in collaborazione con la Scuola superiore dell’Avvocatura e con il patrocinio del Ministero della Giustizia.
“Il corso – hanno spigato i consiglieri nazionale dei commercialisti delegati a Funzioni giudiziarie e ai Metodi ADR, Valeria Giancola e Giuseppe Tedesco – risponde all’esigenza di avvalersi di figure professionali qualificate in grado di affrontare le sfide poste dai nuovi strumenti di contrasto alla criminalità economica e organizzata nella gestione e nella destinazione dei beni sequestrati e confiscati”.

Nuova transazione fiscale
Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato il documento “L’ambito applicativo della nuova transazione fiscale”,
nell’ambito delle aree di delega Fiscalità (consiglieri delegati Gilberto Gelosa e Maurizio Postal) e Procedure concorsuali e risanamento d’impresa (consigliere delegato Andrea Foschi).
Il testo si è reso necessario dopo che la legge di stabilità 2017 ha modificato l’art. 182-ter della Legge fallimentare (R.D. 16 marzo 1942, n. 267), recante la disciplina del trattamento dei tributi amministrati dalle agenzie fiscali nonché dei contributi amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatorie nel concordato preventivo e nell’ambito delle trattative che precedono la stipulazione dell’accordo di ristrutturazione.

Collegio sindacale società quotate
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato le “Norme di comportamento del collegio sindacale di società quotate” nell’ambito dell’area di delega dei consiglieri Raffaele Marcello, Massimo Scotton e Andrea Foschi. Si tratta della versione rivista ed aggiornata del documento pubblicato dal CNDCEC nel 2015.
Le modifiche più significative si sono rese necessarie per adeguare i contenuti delle Norme di comportamento del collegio sindacale al mutato contesto normativo, con particolare riferimento al ruolo che l’organo ricopre quale comitato per il controllo interno e la revisione contabile degli Enti di interesse pubblico. Le previsioni di cui al novellato art. 19 del D.lgs. N. 39/2010, relative ai rapporti del comitato per il controllo interno e la revisione contabile con l’incaricato della revisione legale, hanno richiesto una trattazione separata nell’ambito di Norme specificatamente dedicate a tali tematiche.