Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Primo Piano

Commercialisti: società quotate, revisione con membri "esterni"

Il Consiglio nazionale di categoria annuncia la partenza di un tavolo tecnico per aggiornare le Norme di comportamento del collegio sindacale con la partecipazione dei componenti di Unicredit, Eni, Generali, Bracco

di Tiziana Mastrogiacomo

È tutto pronto per la partenza del tavolo tecnico fortemente voluto dal Consiglio nazionale dei commercialisti finalizzato all’aggiornamento delle Norme di comportamento del collegio sindacale delle società quotate a cui parteciperanno per la prima volta anche membri esterni che rappresentano le maggiori società quotate italiane come Unicredit, Eni, Generali, Bracco.
Il progetto del Cndcec prevede la partecipazione di rappresentanti esterni per fortificare il modello di governance attraverso la condivisione ed il confronto preventivo all’emanazione delle stesse Norme di comportamento.

“Il progetto – spiega Massimo Miani, presidente dei commercialisti– rappresenta un’iniziativa di una certa importanza perché il Consiglio nazionale decide di confrontarsi con interlocutori esterni così da recepire anche il contributo diretto dei componenti dei collegi sindacali impegnati quotidianamente nel funzionamento della governance aziendale. La revisione delle Norme di comportamento del collegio sindacale di società quotate, inoltre, si rende necessaria in virtù delle modifiche apportate da recenti provvedimenti legislativi che hanno significativamente inciso sul funzionamento e sugli obblighi di vigilanza dei collegi sindacali degli EIP”.

“Il Consiglio nazionale dei commercialisti – afferma Raffaele Marcello, consigliere del Cndcec delegato dell’area Principi contabili e Sistema di amministrazione e controllo – è fortemente orientato a validare il modello tradizionale di governance come strumento principale da utilizzare nel comparto delle società quotate. Pur non avversando i modelli monistico e dualistico, al momento, riteniamo che il modello tradizionale possa garantire, soprattutto in tema di controlli, una stabilità ed una certezza principalmente nell’informativa contabile. Ecco perché da tempo ci siamo dotati di una autoregolamentazione utile per i professionisti che svolgono le funzioni di sindaco nelle società emittenti”.

Il gruppo di lavoro è composto dai consiglieri del Cndcec Raffaele Marcello, Andrea Foschi e Massimo Scotton. I membri esterni sono: Pierpaolo Singer, presidente collegio sindacale Unicredit; Rosalba Casiraghi, presidente collegio sindacale Eni; Carolyn Dittmeier, presidente collegio sindacale Generali; Giovanni Maria Garegnani, presidente Oiv Bracco.

Si avvarrà, inoltre, di professionisti di comprovata competenza in materia quali: Raffaele D’Alessio (Odcec Avellino), Niccolò Abriani (esperto Cndcec), Simone Scettri (Odcec Roma), Nicola Cavalluzzo (Odcec Milano), Marco Seracini (Odcec Firenze), Massimo Boidi (Odcec Torino), Paolo Nagar (Odcec Napoli), Marcello Pollio (Odcec Genova), Cristina Bauco (ricercatore Fnc) e Matteo Pozzoli (ricercatore Cndcec).