Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Economia&Lavoro

Commercio, nel 2015 ricavi in crescita dell'8,2%

Un'analisi della Fondazione nazionale dei commercialisti fotografa lo stato di salute delle Società a responsabilità limitata del settore

Commercio in ripresa, nel nostro Paese: le Società a responsabilità limitata (Srl) del settore, 148.087 su un totale di 712.708 attive in ogni comparto, nel 2015 "hanno fatto registrare un aumento dei ricavi dell'8,2%" e una crescita del valore aggiunto del "10,2%", determinando così una salita del Margine operativo lordo (Mol) del "18%" e del 25% del risultato operativo. Lo rileva la Fondazione nazionale dei commercialisti, con uno studio sui bilanci delle Srl, con particolare riferimento alle realtà operanti nelle vendite. Il valore della produzione delle società del commercio, si legge, "pari a 378 miliardi di euro, copre il 36,8% delle Srl totali", mentre il valore aggiunto è di "45,7 miliardi di euro, il 20%" del complesso.

L'analisi della Fondazione nazionale dei commercialisti ha messo in luce come "il 92,9%" delle Srl del settore commercio abbia "un patrimonio netto positivo contro il 93,5% delle Srl totali, mentre il 71,4% ha un reddito netto positivo, contro il 65,1% del totale". Ciò è dovuto, viene spiegato, "in via quasi esclusiva alle microimprese (57,4% commercio contro 54,1% totale), mentre per le medie-piccole e le medie-grandi imprese il dato è invertito, poiché le Srl del commercio con reddito netto positivo sono percentualmente inferiori a quelle totali (86,9 contro 86,5% per le medie-piccole imprese e 85,2 contro 87,4% per le medie-grandi imprese). Pertanto, secondo gli autori del dossier, per quel che concerne le società esaminate, "è evidente un leggero miglioramento, in particolar modo per quelle di più piccola dimensione, che, come è noto, risentono maggiormente della congiuntura economica negativa. E', questo, un dato che fa ben sperare, se si considera che il 57% delle Srl di piccola dimensione presentano un risultato di esercizio negativo, ma il restante 43%, in modo virtuoso, presenta un 'trend' di crescita più dinamico rispetto alle altre classi di fatturato", conclude la Fondazione nazionale commercialisti.