Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Start Up Stories

Il settore Bio-Med è il trionfatore dell’edizione 2016 del Premio Gaetano Marzotto

Le neoimprese Eucardia e Wrap si sono aggiudicate i premi più ambiti della principale startup competition italiana

di Sara Argentina

Si è conclusa il 1° dicembre 2016 la sesta edizione del Premio Gaetano Marzotto: 71 sono stati i riconoscimenti, 51 le startup premiate, per un montepremi complessivo di oltre 2 milioni e mezzo di euro.
Il Premio Gaetano Marzotto rappresenta la startup competition di riferimento per l’ecosistema dell’innovazione italiana.
Dal 2010 ad oggi ha elargito circa 5 milioni di euro per un totale di 144 finalisti selezionati, più di 3500 applicazioni ricevute, 36 tra incubatori ed acceleratori coinvolti ed un centinaio tra giurati ed operatori attivi. Il montepremi è stato pari a 2.446.000 euro, tra premi in denaro e percorsi di affiancamento.
Di recente ha visto estendersi il proprio network con l’ingresso di partner autorevoli come Amazon Launchpad, Aubay, Cisco, EY, IngDan insieme a Invitalia, Unindustria, Gala Lab, Z Cube | Research Venture Gruppo Zambon, Illy Caffè, a testimonianza del processo di internazionalizzazione del concorso, che quest’anno ha visto triplicare le opportunità per circa 700 partecipanti.
Sul podio dei vincitori dell’edizione 2016 due realtà del biomedicale: Eucardia, sviluppatrice di un dispositivo per l’insufficienza cardiaca e vincitrice del "Premio per l’Impresa", e Wrap, vincitrice del "Premio dall’idea all’impresa", che sviluppa terapie antidiabetiche in stampa 3D.
Trionfatrice di questa edizione del Premio Marzotto è stata dunque la tecnologia medica, rappresentata certamente dalle startup vincitrici dei principali riconoscimenti, ma anche da diverse altre finaliste dell’edizione 2016.
Il Bio-Med è un focus ricorrente delle ultime edizioni del concorso, ma tra i talenti premiati quest’anno appaiono anche startup attive nell’agro-tech, nei software e nei nuovi materiali.  
Eucardia, la vincitrice assoluta della sesta edizione del Premio Gaetano Marzotto che si è così conquistata i 345mila euro della categoria “Premio per l’Impresa”, è una realtà che sta sviluppando un dispositivo per la terapia dell’insufficienza cardiaca.
Eucardia è nata nel 2013 per sviluppare un nuovo dispositivo cardiaco impiantabile, l’Heart Damper (HD), che mira ad allungare e migliorare la qualita? della vita dei pazienti con insufficienza cardiaca (HF), riducendo i costi sanitari per la loro assistenza. Pur essendo alle prime fasi di sviluppo, presenta un elevato livello di ambizione, in quanto indirizza il mercato dei pazienti con scompenso cardiaco, una condizione patologica purtroppo già molto diffusa ed in continuo aumento, permettendo loro di allungare e migliorare la qualità di vita.
La giuria ha apprezzato l’innovatività e la competitività del prodotto in un settore dove le soluzioni terapeutiche alternative sono ancora limitate e non risolutive per la maggior parte dei pazienti. Sono stati inoltre rilevati la qualità del committment del team ed il livello adeguato di protezione brevettuale della proprietà intellettuale a livello internazionale.
 Con essa, un’altra promessa del biomedicale: Wrap, che sviluppa terapie tissutali realizzabili tramite stampa 3D per il trattamento di piaghe da piede diabetico. Il progetto presentato è considerato dalla giuria con un forte impatto potenziale sia in termini di scalabilità che di problematica affrontata e con un elevato grado di innovatività del medical device oggetto dell’invenzione: un modello molto solido di business, differenziabile in futuro anche sul fronte del 3D printing e caratterizzato da uno strutturato e proponente team.
Le medicazioni proposte da Wrap sono a base di chitosano bioriassorbibile, associato ad altri polimeri o farmaci personalizzabili, e possono essere posizionate direttamente sulla ferita senza che debbano essere sostituite, fino al completo assorbimento e concomitante riparazione del tessuto danneggiato. A Wrap sono stati assegnati 50mila euro in denaro, più 30mila in percorso di affiancamento.
Oltre ad Eucardia e Wrap, i premiati sono stati numerosi tra le 12 categorie di concorso ed altri 30 i vincitori dei percorsi di affiancamento promossi dal Network Incubatori Premio Gaetano Marzotto 2016.
“L'innovazione italiana ha un grande potenziale se portata all'estero. La nostra capacità creativa, trasformata in processi industriali, ha un alto tasso di unicità nel mondo, dalla manifattura alla meccatronica, dal fashion al food”, ha dichiarato Matteo Marzotto, Presidente di Associazione Progetto Marzotto, che promuove l’iniziativa; “Premio Gaetano Marzotto sostiene e connette le startup e le PMI innovative italiane con le più interessanti e dinamiche realtà internazionali, puntando sull’Italia 4.0, ovvero sulle idee imprenditoriali che cambieranno il Paese, per una rivoluzione non solo economica, ma anche sociale e culturale”.
Di mercato internazionale ha parlato anche Cristiano Seganfreddo, direttore generale di Progetto Marzotto. “Non vogliamo confinare le nostre startup in Italia, ma renderle attive ed interattive con le piattaforme internazionali. Premio Marzotto si propone come attivatore concreto di networking con partner globali in dialogo con l’ecosistema italiano, dagli incubatori ai venture”.
Il Premio Gaetano Marzotto si conferma la realtà di riferimento a sostegno dell’innovazione e delle giovani imprese, soprattutto quelle di alto valore ed impatto sociale, che spesso arrivano dal mondo della ricerca. Promosso da Associazione Progetto Marzotto, che anche quest’anno ha ricevuto per l’iniziativa la Medaglia del Presidente della Repubblica, Premio Gaetano Marzotto gode del patrocinio di: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale - Presidenza del Consiglio - Ministero dello Sviluppo Economico, CNA – Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa, CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Unioncamere.