Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

L’attività di giugno

di Ufficio Stampa CNDCEC

Durc
Le problematiche relative al Durc interno ed ai preavvisi di irregolarità, in vista dell’imminente avvio del Durc on line, sono state al centro di un incontro, avvenuto il 10 giugno, tra la Direzione generale Entrate dell’INPS ed il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili. Una riunione di carattere tecnico, nel corso della quale le due parti si sono confrontate per garantire, dalle rispettive posizioni, il successo dell’iniziativa. A fine giugno, nel corso di una video-conferenza nazionale, Inps e commercialisti faranno il punto della situazione sulla nuova procedura.

Congresso nazionale Milano
Il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili parteciperà ad Expo 2015, istituendo uno stand in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e con l’Ordine dei notai per illustrare il ruolo dei commercialisti italiani ed il supporto che i professionisti forniscono ad aziende nazionali ed estere.
Poiché la presenza dello stand per l’intera durata della manifestazione, fino al 31 ottobre 2015, richiede un impegno costante, il Consiglio nazionale ha inviato agli Ordini territoriali un’informativa per chiedere loro di impegnarsi direttamente nel presidio dello stand durante un segmento della manifestazione. Gli Ordini, che potranno segnalare i colleghi in possesso di un’adeguata padronanza della lingua inglese all’indirizzo [expo2015@commercialisti.it](mailto: expo2015@commercialisti.it), potranno così mettere in mostra le loro professionalità mediante un coinvolgimento attivo e diretto degli iscritti nello stand, mentre i costi di gestione verranno interamente sostenuti dal Consiglio nazionale.

Tavola rotonda sulla voluntary disclosure
L’adempimento tardivo spontaneo: ravvedimento allungato e voluntary disclosure” è il titolo del convegno organizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti, in collaborazione con la Fondazione nazionale dei commercialisti e l’Associazione italiana dei professori di diritto tributario, svoltosi lo scorso 24 giugno a Roma, presso il salone della stessa Fondazione.
Ai lavori, introdotti dal presidente FNC Giorgio Sganga e moderati dal suo direttore scientifico Giovanni Castellani, hanno partecipato in qualità di relatori anche il presidente dei commercialisti italiani, Gerardo Longobardi, e il presidente dell’Associazione italiana dei professori di diritto tributario, Alessandro Giovannini.

Audizione sul processo civile
Si è svolta il 3 giugno l’audizione del Consiglio nazionale dei commercialisti, presso la commissione Giustizia della Camera dei Deputati, relativa all’indagine conoscitiva in merito all’esame del disegno di legge “Delega al Governo recante disposizioni per l’efficienza del processo civile”.
Durante l’incontro, i rappresentanti del Consiglio nazionale hanno presentato un documento) con osservazioni e proposte di modifica sulla competenza e la disciplina del tribunale delle imprese, del tribunale della famiglia e delle persone, sulla disciplina dei provvedimenti speciali. Il documento completo è disponibile al link.

Revisori inattivi
L’attività del revisore inattivo non può essere limitata, se non per disposizione di legge. Agli inattivi possono quindi essere conferiti gli incarichi e i compiti diversi dalla revisione legale. E’ la conclusione a cui è arrivata la Ragioneria generale dello Stato nella risposta fornita ad una nota del Consiglio nazionale dei commercialisti del 30 aprile scorso, nella quale la categoria sosteneva che i richiami normativi al revisore iscritto nel registro della revisione legale debbano intendersi riferiti alla totalità degli iscritti, a prescindere dalla status di revisore attivo o inattivo.

Documento OIC 16
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il documento “OIC 16: immobilizzazioni materiali” che si concentra sulle novità inerenti la contabilizzazione delle immobilizzazioni materiali con riferimento ai temi che riguardano ammortamento, attività destinate alla vendita, immobilizzazioni materiali acquisite a titolo gratuito, svalutazione di beni immobilizzati in precedenza rivalutati, capitalizzazione degli oneri finanziari.
A questo contributo, che rientra nel più ampio progetto finalizzato ad esaminare - da un punto di vista operativo - l’impatto sui bilanci delle principali novità contenute nei principi contabili emanate dall’OIC nel 2014-2015, ne seguiranno degli altri, già in fase di elaborazione.

Procollo Cndcec-Equitalia
Lo scorso 13 maggio, il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ha siglato un protocollo d’intesa con Equitalia, proseguendo la collaborazione già avviata con l’ente al fine di incrementare l’efficacia dei procedimenti di riscossione dei contributi dovuti dagli iscritti, anche con ricorso alla procedura integrata degli avvisi.

Certificazioni uniche
Attraverso un comunicato stampa, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha formulato la richiesta di prevedere la disapplicazione delle sanzioni per i ritardi e le irregolarità nell’invio telematico delle certificazioni uniche dei redditi e delle ritenute da parte dei sostituti d’imposta. Lo scorso mese di marzo, secondo il Consiglio nazionale, sono state tante le difficoltà verificatesi in occasione dell’invio telematico delle certificazioni uniche dei redditi e delle ritenute da parte dei sostituti d’imposta. La novità dell’adempimento e il ritardo con cui sono stati messi a disposizione gli applicativi necessari per la loro compilazione hanno creato non pochi problemi. Questi motivi hanno spinto il Consiglio nazionale a chiedere ai competenti organi istituzionali di considerare l’opportunità di disapplicare le sanzioni per i ritardi e le irregolarità nell’invio che da questa situazione sono derivati. 

Codice deontologico
Una revisione complessiva del codice deontologico che tenga conto dell’evoluzione della professione e del suo contesto di riferimento. Lavorerà a questo obiettivo la commissione Deontologia del Consiglio nazionale dei commercialisti, recentemente insediatasi. La commissione, presieduta da Marco Carbone, procederà in tempi brevi a predisporre principi di comportamento in corrispondenza di specifiche attività nonché a individuare regole di condotta chiare ed esaustive per le fattispecie più problematiche, a partire dalle incompatibilità fino all’informativa pubblicitaria.

Funzione disciplinare territoriale
Il Consiglio nazionale, nella seduta del 20 e 21 maggio, ha approvato il “Regolamento per l’esercizio della funzione disciplinare territoriale. Procedura semplificata per alcune fattispecie di illecito” Il documento è composto da nove articoli che si concentrano su: ambito di applicazione della procedura semplificata; attività propedeutiche all’azione disciplinare; apertura del procedimento disciplinare, istruttoria sommaria, fissazione del dibattimento; dibattimento; decisione allo stato degli atti; decisione; pubblicazione e notifica della decisione; conseguenze in capo all’iscritto sanzionato per il mancato assolvimento dell’obbligo formativo; approvazione ed entrata in vigore.

Finanziamento alle imprese in crisi
In seguito dell’approvazione da parte del Consiglio nazionale dei commercialisti, è stata pubblicata la seconda edizione delle Linee guida per il finanziamento alle imprese in crisi, redatta dall’Università di Firenze in collaborazione con lo stesso Consiglio Nazionale e Assonime, che costituisce un importante supporto ai processi di ristrutturazione.
Oltre che nei contenuti, le Linee guida del 2015sono state riviste anche nella struttura. In particolare, l’avvicinamento, avvenuto negli ultimi anni, degli strumenti stragiudiziali agli strumenti giudiziali per fronteggiare la crisi ha suggerito di abbandonare questo rigido criterio distintivo, nel tentativo di individuare soluzioni che possano costituire una base comune e condivisa di più ampia portata sistematica.
Questa seconda edizione, inoltre, si caratterizza per il fatto di affrontare alcuni argomenti non oggetto di esame nella prima tra cui le regole di condotta dell’impresa in stato di crisi, gli snodi problematici del piano di ristrutturazione ed il contenuto delle diverse attestazioni di cui può essere incaricato il professionista.

Microcredito
Fornire la massima diffusione presso i commercialisti italiani delle opportunità offerte dal Fondo di garanzia per le pmi è l’obiettivo che si prefigge il protocollo d’intesa siglato tra il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili e la Banca del Mezzogiorno – Mediocredito Centrale SpA, mandataria di RTI (Raggruppamento Temporaneo di Imprese), gestore del fondo per conto del ministero dello Sviluppo economico.
Il protocollo prevede l’organizzazione di una serie di eventi offerti gratuitamente agli Ordini territoriali dei commercialisti e inseriti nell’ambito della formazione professionale continua della categoria. 

Seminario sulla delega fiscale
Si è tenuto il 20 maggio dinanzi alla Commissione Finanze della Camera un seminario istituzionale sulle tematiche relative all’attuazione della legge delega per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita. Anche in questa occasione, i rappresentanti del Consiglio nazionale hanno presentato le proprie osservazioni e proposte allo schema di decreto legislativo recante misure per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese (Atto n. 161), allo schema di decreto legislativo in materia di trasmissione telematica delle operazioni Iva e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici (Atto n. 162) e allo schema di decreto legislativo recante disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente (Atto n. 163).

Registro dei tirocinanti
Nell’intento di proseguire nella realizzazione del progetto di diffusione delle best practices amministrative quale ausilio operativo per l’adempimento delle funzioni istituzionali degli Ordini territoriali, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha trasmesso agli Ordini i modelli dei documenti relativi alla procedura di iscrizione nel Registro dei Tirocinanti.
Come per il procedimento di iscrizione nell’Albo/Elenco speciale, oltre alla modulistica è stata fornita una descrizione della procedura nella quale vengono individuate le varie fasi del procedimento rappresentate in un diagramma di flusso che, per ogni singolo passaggio, individua i modelli documentali necessari.

Scuole di alta formazione
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato il documento relativo al progetto di costituzione delle Scuole di alta formazione. Il testo, che individua prima di tutto le undici macroaree territoriali in cui verrà istituito un numero di scuole compreso tra undici e quattordici, analizza le modalità di costituzione delle Saf ed il loro finanziamento, i rapporti con le università, la struttura organizzativa, il coordinamento tra le scuole ed il Consiglio nazionale, le competenze e l’accreditamento delle Saf, il riconoscimento delle specializzazioni.
L’obiettivo del progetto è la promozione di percorsi formativi altamente qualificati che puntano non solo a creare nuove opportunità di lavoro per i commercialisti, ma anche a migliorare la qualità delle prestazioni professionali offerte dagli iscritti all’Albo.