Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

L’attività di maggio

A cura dell’Ufficio stampa Cndcec

1/17
Codice delle sanzioni

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha messo a punto il Codice delle sanzioni, sottoponendolo poi ad una pubblica consultazione - riservata agli Ordini territoriali della categoria - che si concluderà il 30 giugno. Annunciato nei mesi scorsi dal presidente nazionale, Gerardo Longobardi, quale strumento finalmente in grado di agevolare l’applicazione uniforme su tutto il territorio nazionale delle sanzioni disciplinari comminate per la medesime violazioni deontologiche, il Codice delle sanzioni arriva dopo la revisione di quello deontologico, entrato in vigore a marzo.

2/17
Indagine CNDCEC-FNC

La specializzazione nelle valutazioni economiche è ancora limitata, ma per il 95% dei commercialisti italiani è già parte integrante dell’attività professionale. E’ il dato che emerge da un’indagine realizzata da Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti su un campione di quasi 1300 iscritti alla categoria. Un questionario orientato a definire il ruolo, le peculiarità e le esigenze dei commercialisti in relazione all’ambito delle “valutazioni economiche” nel loro insieme.

3/17
Protocollo ICE

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha siglato un protocollo d’intesa con ICE, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Uno degli obiettivi dell’accordo è quello di inserire ed agevolare il commercialista nei percorsi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese e di qualificarne la figura quale consulente globale delle aziende nel rapporto con i mercati esteri.

4/17
Ragionieri negli OCC

Via libera all’iscrizione agli OCC per i 35mila ragionieri della sezione A dell’Albo dei commercialisti. Il Ministero della Giustizia, infatti, ha rinunciato ad impugnare la sentenza del TAR del Lazio, depositata nel 2015, che aveva accolto il ricorso presentato dal CNDCEC contro lo stesso Ministero della Giustizia e quelli dello Sviluppo economico e dell’Economia con il quale l’ente aveva a sua volta impugnato il decreto pubblicato nel 2014 che, prevedendo la laurea tra i requisiti di iscrizione negli elenchi degli OCC, escludeva di fatto decine di migliaia di ragionieri sprovvisti di laurea, ma abilitati alla funzione di gestore delle crisi in quanto iscritti alla sezione A dell’Albo.

5/17
Assemblea dei segretari

Si è svolta il 31 maggio a Roma, presso il Westin Excelsior, l’Assemblea dei segretari del Consiglio nazionale dei commercialisti nel corso della quale sono state illustrate le principali novità normative che incidono sull’attività e sugli adempimenti delle segreterie degli Ordini territoriali. A fare gli onori di casa è stato il segretario nazionale del CNDCEC, Achille Coppola, chiamato ad illustrare, insieme ai consiglieri delegati per materia, le diverse attività portate avanti dal Consiglio nazionale.

6/17
Confronto con Casero

Un faccia a faccia tra il Consiglio nazionale dei commercialisti ed il viceministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero per fare il punto sulle semplificazioni fiscali si è svolto l’11 maggio presso il salone della Fondazione nazionale di categoria. A presentare le proposte dei commercialisti, che da sempre chiedono una maggiore certezza e coerenza dell’ordinamento tributario, sono stati il presidente Gerardo Longobardi ed il consigliere delegato alla Fiscalità Luigi Mandolesi.

7/17
Audizione Anagrafe tributaria

Modello 730 precompilato, fatturazione elettronica e contrasto all’evasione Iva sono stati i temi su cui i rappresentanti del Consiglio nazionale dei commercialisti si sono confrontati, lo scorso 4 maggio, durante un’audizione su “L’anagrafe tributaria nella prospettiva di una razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria. Potenzialità e criticità del sistema nel contrasto all’evasione fiscale”, presso la sede della Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria. In quell’occasione, i commercialisti hanno presentato le loro proposte per il miglioramento delle procedure.

8/17
DL banche

Non tutte le disposizioni contenute nel DL n. 59 sulle banche sono condivisibili. Lo ha affermato in una nota il Consiglio nazionale dei commercialisti secondo cui desta perplessità il fatto che si utilizzi lo strumento del decreto legge su materie che dovrebbero essere condivise dalle forze politiche rappresentate in Parlamento. Nello specifico, non convincono alcune novità inserite nell’ambito delle procedure concorsuali, come quelle che prevedono, quale ulteriore ipotesi di revoca per giusta causa del curatore, il mancato rispetto dell’obbligo di presentare un progetto di ripartizione delle somme disponibili ogni quattro mesi a partire dalla data di emissione del decreto di esecutività dello stato passivo.

9/17
Protocollo Rete Aste

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha siglato un protocollo d’intesa con Rete Aste srl per la realizzazione di un portale unico dedicato ai commercialisti italiani impegnati nella vendita di aziende, di patrimoni e di singoli beni in tutti gli ambiti esistenti, da quello giudiziario a quello stragiudiziale, dal pubblico al privato. L’infrastruttura informativa e di relazione denominata RAC (Rete Aste Commercialisti) è nata con lo scopo di supportare tutti i professionisti iscritti ai singoli Ordini territoriali ed aderenti all'iniziativa nello svolgimento delle attività necessarie alla vendita. 

10/17
Modello F24

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha reso noto agli Ordini territoriali, con l’informativa 55/2016, che l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che a decorrere dallo scorso 2 maggio, la causale “LACC – Lavoro occasionale accessorio”, già in uso nel modello F24, sarà utilizzata esclusivamente nel modello di pagamento “F24 Versamenti con elementi identificativi” (ELIDE) per l’acquisto di voucher per remunerare prestazioni di lavoro accessorio.

11/17
Tirocinio

Sei mesi di tirocinio tramite un corso di formazione in alternativa al suo svolgimento presso uno studio professionale. È la novità introdotta dal Regolamento per lo svolgimento del tirocinio, pubblicato lo scorso 15 aprile sul Bollettino Ufficiale. Lo rende noto il Consiglio nazionale dei commercialisti con l’informativa 53/2016. Il regolamento attua quanto previsto dall’articolo 6, commi 9, 10 ed 11 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137. Altra importante novità introdotta dal Regolamento in attuazione del dettato normativo è l’attribuzione agli Ordini di una competenza specifica in virtù della quale sono tenuti a predisporre un’offerta formativa in materia di tirocinio.

12/17
Linee guida Cooperative

Attraverso un comunicato stampa, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha reso nota la pubblicazione del Quaderno “Le peculiarità delle società cooperative nella redazione di bilanci e nella gestione aziendale”, redatto dalla commissione di studio per i Principi contabili, che rientra nell’area di delega del consigliere Raffaele Marcello. L’elaborato, sviluppato come uno studio esaustivo delle principali tipicità contabili delle aziende cooperative, si concentra sugli elementi amministrativo-contabili e di informativa finanziaria, senza tralasciare i connessi aspetti di gestione aziendale e gli elementi fiscali.

13/17
Commercialista del lavoro

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il quinto Memorandum dal titolo “Jobs Act: come cambiano i regimi di tutela nei licenziamenti individuali”, realizzato dal gruppo di lavoro “Previdenza Obbligatoria e Complementare”, che rientra nell’area di delega Commercialista del Lavoro del consigliere Vito Jacono. Il documento analizza il decreto legislativo n. 23/2015 con cui il legislatore ha portato a compimento l’intenzione di accrescere il livello di certezza del diritto circa le conseguenze di un illegittimo licenziamento.

14/17
Lotta all’evasione

Si è svolto a Roma, lo scorso 19 aprile, il convegno “L’investigazione economico-finanziaria per l’individuazione delle ricchezze nascoste al fisco”, presso la sede della GdF. All’evento ha partecipato il presidente del CNDCEC Gerardo Longobardi, per il quale l’investigazione economico-finanziaria per individuare le ricchezze nascoste al fisco ha fatto, negli ultimi anni, passi da gigante grazie all’uso più intenso di strumenti informatici e banche dati. Ma è urgente rendere le diverse banche dati sempre più interoperabili, accorpandole in un solo data base la cui consultazione sia in grado di offrire una visione unitaria per soggetto.

15/17
Transazione fiscale

La sentenza della Corte Ue che conferma definitivamente la posizione dei commercialisti in materia di transazione fiscale dovrà trovare riscontro anche da parte del legislatore nazionale. E' questo il commento del presidente dei commercialisti italiani, Gerardo Longobardi, alla sentenza del 7 aprile 2016 nella causa C-546/14 [Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Tribunale di Udine]. La Corte, confermando le conclusioni dell'Avvocato Generale, ha riconosciuto che i principi comunitari non precludono ad uno Stato membro di accettare un pagamento parziale del debito Iva da parte di un imprenditore in difficoltà finanziaria nel corso di un concordato preventivo basato sulla liquidazione del suo patrimonio, a condizione che un esperto indipendente attesti che non si otterrebbe un pagamento maggiore di tale credito in caso di fallimento.

16/17
International Valuation Standards

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha approvato la traduzione ufficiale in lingua italiana degli International Valuation Standards, emanati nel 2013 dall’IVSC (International Valutation Standards Council). Il CNDCEC fa parte dell’IVSC dal 2012 ed ha ricevuto, insieme al Consiglio nazionale dei geometri, l’autorizzazione a tradurre e pubblicare gli IVS 2013 in italiano. Conformemente alle prassi generalmente adottate per la pubblicazione delle traduzioni degli standard internazionali, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha presentato il lavoro di traduzione svolto con una consultazione pubblica che si è conclusa lo scorso 20 maggio.

17/17
Sovraindebitamento

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il Regolamento per l’organizzazione ed il funzionamento dell’Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento costituito negli Ordini territoriali di categoria. Si tratta di linee guida che possono essere replicate, compatibilmente all’organizzazione interna scelta dall’Ordine, nell’ambito di ciascun OCC. Quanto predisposto può rappresentare un valido schema di riferimento anche per l’Organismo costituito da differenti Ordini in associazione tra loro. Il Regolamento si compone di 16 articoli declinati in relazione alle previsioni di legge e di regolamento recate dalla legge n. 3/2012 e dal decreto n. 202/2014.