Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Cultura

L'Isola del Cinema illumina l'estate romana

Giunta alla sua XXI edizione: incontri, mostre, anteprime e numerose iniziative per celebrare i 120 anni del cinema nella splendida cornice dell'Isola Tiberina

di M. Caf.

Estate, tempo di cinema sotto le stelle: in riva al mare, in montagna o in città, in tutta la penisola sorgono arene cinematografiche per riscoprire grandi classici e nuove uscite, allietati dalla fresca brezza delle sere d'agosto.
Moltissime anche le iniziative per chi trascorrerà l'estate a Roma o per i turisti che decideranno di passare qualche giorno nella Capitale: con 80 serate, 200 film, 3 sale cinematografiche e terrazze sul Tevere, L'Isola del Cinema sarà certamente tra le protagoniste dell'estate romana. Fino al 6 settembre, nella splendida cornice dell'Isola Tiberina, si svolgeranno anteprime, proiezioni e dibattiti con personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.
Verrà dato grande spazio al nostro cinema con Ciak d'Italia, sezione dedicata ad alcuni grandi autori che saranno protagonisti anche di incontri con il pubblico. Dedicata alla cinematografia straniera, invece, la rassegna Festival Isola Mondo che darà spazio al cinema francese: si celebrano quest'anno, infatti, i 120 anni dalla prima proiezione pubblica dei corti dei Fratelli Lumière. Per festeggiare la ricorrenza, questa edizione dell'Isola del Cinema è intitolata “L'Ilè Lumière”, in omaggio agli inventori del cinematografo. Una celebrazione che non si ferma al nome ma che, grazie al contributo di Renault e a all'Institut Français Italia, vedrà la presentazione di cinque film francesi, tra cui l'anteprima romana di L'Art de la Fugue, alla presenza del regista Brice Cauvin. Inoltre, l'Institut Français Italia inaugura un sodalizio importante tra L'Isola Tiberina e L'Ile de la Citè di Parigi che, a partire dal 2016, aderiranno al progetto Le Isole d'Europa, ponte culturale fra le cinematografie di Francia e Italia.
Sempre nell'ambito delle celebrazioni per i 120 anni del Cinema, nasce il progetto Il Cinema inventato, un film collettivo per il quale ogni partecipante riceverà 120 metri di pellicola super 16mm e realizzerà un cortometraggio con una tecnica simile a quella usata dai fratelli Lumière: tra gli autori invitati a partecipare anche Valerio Mastrandrea, Aureliano Amadei, Claudio Giovannesi e Libero De Rienzo. Su L'Isola transiterà anche la Festa del Cinema di Roma con l'iniziativa CityFest che si snoderà lungo i quasi tre mesi di programmazione con masterclass e anteprime.
Ai più giovani è invece dedicato Mamma Roma e i Suoi Quartieri, concorso rivolto agli esordienti in collaborazione con Maiora Film e con il patrocinio di Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e la partecipazione di Biblioteche di Roma. I giovani autori realizzeranno ciascuno un cortometraggio dedicato ai quartieri della città, già immortalati da registi quali Pasolini, Fellini, De Sica e Monicelli. In palio per il vincitore del concorso un premio pari a 1.000 euro, messo a disposizione dalle Biblioteche di Roma.
Numerose le iniziative collaterali, a cominciare dal progetto di Luce Cinecittà che, con il Museo diffuso, racconterà la storia dell'audiovisivo italiano, per proseguire con le mostre dedicate a Fanny Ardant (presente all'apertura della rassegna), Laura Betti, Anita Ekberg e Gillo Pontecorvo. Inoltre, grazie anche alla collaborazione con Sky, l'Isola del Cinema ospiterà le anteprime di alcune serie tv come la seconda stagione di Master of Sex, I Delitti del Barlume (https://www.youtube.com/watch?v=nuU7XxsKLrM), Mozart in the Jungle e 1992.

La scultura contemporanea incontra Rosso Fiorentino

Prende il via un'altra esposizione del ciclo “Rosso Fiorentino. Rosso Vivo. La Deposizione, la Storia, il '900, il Contemporaneo”, dedicato alla Deposizione della Croce del grande Maestro. Da mercoledì 8 luglio la Pinacoteca Civica di Volterra, Palazzo dei Priori e il museo Etrusco Guarnacci – tre dei sei spazi che ospitano l'omaggio al Rosso, oltre al Battistero, al Teatro Romano e al Museo dell'Alabastro – ospiteranno una nuova sezione della manifestazione, dedicata alla grande scultura contemporanea. Aron Demetz, Javier Marin, Philippe Pasqua, Giuseppe Carta, Mettew Spender sono solamente alcuni degli artisti che verranno inseriti nel percorso espositivo che vede la regia dell'architetto Alberto Bartalini.
L'esposizione Rosso Fiorentino - Rosso Vivo è promossa dal Comune di Volterra in collaborazione con la Diocesi ed è prodotta e organizzata da Arthemisia Group e a Knauf, sponsor della mostra.
Le mostre della scultura contemporanea sono comprese nella Volterra Card, che ha la validità di 72 ore e consente l'ingresso presso Pinacoteca Civica, Museo Etrusco Guarnacci, Palazzo dei Priori, Teatro Romano, Battistero di San Giovanni ed Ecomuseo dell'Alabastro.

I Belgi a Roma
Dal 15 maggio al 13 settembre 2015 il MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma ospita “*I Belgi. Barbari e Poeti*”, un'esposizione dedicata ai maggiori artisti belgi del XX e del XXI secolo. A cura di Antonio Nardone, la mostra delinea una panoramica sull’arte e la cultura belghe del periodo, sulle loro molteplici declinazioni e sul loro carattere iconoclasta, ironico e poetico.
Il titolo è ispirato al passo del De Bello Gallico di Giulio Cesare "Horum omnium fortissimi sunt Belgae" (Di tutti, i Belgi sono i più coraggiosi), per sottolineare l’antico legame tra il Belgio e Roma e il carattere intrepido e selvaggio, libero da convenzioni e categorizzazioni che fa parte integrante dell’anima e della cultura belghe.
Attraverso le opere di artisti che hanno segnato l’arte belga del XX secolo come James Ensor, René Magritte, Paul Delvaux, Marcel Broodthaers, Constant Permeke, ma anche tramite i lavori di contemporanei tra cui Panamarenko, Messieurs Delmotte, Jan Fabre, Pascal Bernier, la mostra mette in evidenza la continuità di questa tradizione barbara e poetica.

Milano celebra la Treccani
In occasione del 90° anniversario della Enciclopedia Italiana Treccani, dal 7 luglio al 30 agosto 2015, Palazzo Morando ospita “*TRECCANI 1925-2015. La cultura degli italiani*”, a cura di Loredana Lucchetti, Alberto Melloni e Marco Pizzo, promossa e organizzata da Comune di Milano e dall'Istituto della Enciclopedia Treccani.
Fondata nel 1925 da Giovanni Treccani, che investì il suo patrimonio per creare l’Enciclopedia Italiana, e grazie all’impegno di Giovanni Gentile, che ne assicurò l’impianto scientifico, la Treccani ha attraversato i decenni sospinta dall’intelligenza degli studiosi e dalla curiosità dei lettori. Il 90° anniversario celebra dunque una lunga storia di carta e di carte che è stata resa accessibile a tutti anche grazie al Portale Treccani. Una storia che ambisce ad avere un futuro in una cultura nella quale l’intuizione originaria di far dialogare le zone del sapere ha ancora più valore.