Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Cultura

Lobbying e PA, un contributo per la trasparenza

Un volume di Antonio De Lucia analizza il fenomeno della corruzione nelle Pubbliche amministrazioni e gli effetti positivi che lobby regolamentate potrebbero produrre

Un’indagine esplorativa del fenomeno della corruzione e delle lobby e dell’influenza che la regolamentazione offerta a livello Paese dello stesso fenomeno può avere sulle performance delle amministrazioni pubbliche e, conseguentemente, sulle opportunità di sviluppo socioeconomico di ogni nazione. Si concentra su questo tema il volume “Lobbying, aziende e amministrazioni pubbliche” di Antonio de Lucia, edito da ESI Edizioni Scientifiche Italiane, con la prefazione del Pro Rettore dell’ Università degli Studi di Napoli "Parthenope" Federico Alvino.

Il lavoro di De Lucia è stato svolto attraverso la ricognizione e sistematizzazione della letteratura internazionale e nazionale e l’analisi comparativa di due casi studio. In Italia, così come in molti altri Paesi d’Europa, il lobbying non è regolamentato, a differenza di quanto avviene negli Stati Uniti d’America. La ricerca si pone, dunque, un duplice obiettivo. Da un lato, quello di analizzare l’origine del fenomeno de facto e di svolgere, nel contempo, un’analisi dei Paesi in cui il fenomeno del lobbying è oggi presente e possiede anche una sua regolamentazione normativa, consentendo una maggiore trasparenza e legalità nel rapporto con il decisore pubblico. Dall’altro, il volume evidenzia in modo analitico le implicazioni organizzative, gestionali ed economiche del fenomeno del lobbying sulla Pubblica Amministrazione, soffermandosi sia sugli aspetti diretti alla lotta contro la corruzione, e a quelli relativi all’accrescimento della trasparenza, sia indicando in che modo eventuali interventi del legislatore statale, che istituiscono questa particolare categoria di operatori, possano contribuire a migliorare sensibilmente le performance delle istituzioni e delle aziende pubbliche.

Antonio de Lucia ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Economia e Regolazione delle Amministrazioni Pubbliche presso l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. Dottore commercialista dal 2008, le esperienze internazionali gli hanno consentito di sviluppare importanti collaborazioni con multinazionali e fondazioni nel campo dell’internazionalizzazione e delle relazioni istituzionali. Partecipa alle attività delle istituzioni europee quali Parlamento Europeo e Comitato delle Regioni dal 2004, e dal 2008 ha iniziato un percorso nelle organizzazioni internazionali giovanili, primo italiano a essere eletto Presidente del DEMYC Democrat Youth Community of Europe con status consultivo presso il Consiglio d’Europa, e rappresenta nelle attività dell’European Youth Centres e l’European Youth Foundation. Il DEMYC è membro della European Youth Foundation e promuove gli interessi dei giovani presso Unione Europea, Consiglio d’Europa e Nazioni Unite.