Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Ordini&Territorio

Nelle elementari torinesi partite le lezioni sulle tasse

La prima scuola è stata la Niccolò Tommaseo di Torino. Due professionisti iscritti all'Ordine dei Commercialisti hanno spiegato agli alunni di quarta e quinta i benefici e il valore della legalità fiscale. Hanno già aderito 33 scuole di Torino e Provincia

Alla scuola elementare Niccolò Tommaseo di Torino sono state tenute stamani le prime lezioni sulle tasse: che cosa sono, perché è importante pagarle e qual è il valore della legalità fiscale. L' iniziativa è dell' Ordine dei Commercialisti di Torino-Ivrea-Pinerolo, che, con il patrocinio dell' Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, ha messo a punto il progetto "Tasse!!? Ce le racconta il commercialista", rivolto agli alunni delle classi quarte e quinte, e una task force di professionisti volontari per attuarlo. Hanno già aderito 33 scuole di Torino e Provincia.

Le lezioni di oggi, tenute dalla referente dell’Ordine Nadia Pompeo **e dal collega **Stefano Motta, hanno incontrato notevole interesse fra i piccoli alunni che hanno tempestato i due insoliti docenti con decine di domande. Le lezioni durano un’ora e sono svolte con l’ausilio di un cartone animato, dove due giovani “mascottes” si pongono delle domande e una voce narrante, insieme alle illustrazioni, dà loro le risposte. Al termine del filmato i commercialisti, con l' ausilio di tavole illustrate, stimolano i bimbi a farsi parte attiva nella lezione di educazione alla legalità. L' intero lavoro è riassunto in un libretto, che viene consegnato agli studenti insieme con un attestato di partecipazione individuale.

" Il progetto – spiega Nadia Pompeo - si inquadra nell’ambito delle attività che svolgiamo in modo volontario sul territorio a servizio della società, secondo quella collaborazione interistituzionale che chiamiamo 'Modello Torino'. Vogliamo contribuire a combattere l’evasione fiscale, partendo dai cittadini più preziosi: i bambini. Bisogna che capiscano i benefici, in termini di servizi pubblici, che derivano dal pagare le tasse. Ma non solo: vogliamo anche farli diventare cittadini attivi, spiegando come sia altrettanto importante controllare l’operato degli amministratori pubblici, affinché utilizzino correttamente i soldi raccolti con le tasse".