Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Economia&Lavoro

Spettacolo, il sistema pensionistico

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha pubblicato il Memorandum n. 7 che esamina il processo di riforma dell’ENPALS, dapprima interessato da un riassetto e poi assorbito dall’INPS

Il sistema pensionistico dei lavoratori dello spettacolo è il tema affrontato nel Memorandum n. 7 dal gruppo di lavoro Pensioni ed Enti locali-Area commercialista del lavoro del Consiglio nazionale dei commercialisti.
Come quello della generalità dei lavoratori dipendenti o autonomi, anche il sistema pensionistico dei lavoratori dello spettacolo è stato interessato nel corso del tempo da un incessante processo di revisioni. Riforme, o sottospecie di esse, che il legislatore nazionale ha posto in essere per adeguarsi all’impulso di riequilibrio dei conti pubblici dettato dal legislatore europeo che, da Maastricht in poi, ha imposto quale paletto per restare nella zona euro ed entrare nelle dinamiche della moneta unica il riordino delle riottose finanze pubbliche. È stato necessario, in un quadro di razionalizzazione complessiva della spesa pubblica, intervenire sui bilanci e sulle previsioni di spesa futura degli enti previdenziali, riscrivendone completamente la disciplina, per raggiungere la c.d. sostenibilità del sistema previdenziale, da realizzarsi mediante: un graduale innalzamento ed una parificazione dell’età pensionabile tra uomini e donne; un aumento dell’onere contributivo; una modifica del sistema di calcolo delle pensioni dal retributivo al contributivo.

Il processo di riforma del mondo dello spettacolo, come del resto è accaduto a molte Casse previdenziali italiane, è stato dapprima interessato da un riassetto, poi destinato ad essere assorbito dall’INPS. L’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Lavoratori dello Spettacolo, più comunemente chiamato ENPALS, non è dunque sfuggito a tale percorso.
Istituito con decreto legislativo n. 708/1947, che ha fatto propria una previsione della contrattazione collettiva del 1934, l’ENPALS aveva la funzione primaria di gestire il gettito contributivo derivante dai lavoratori subordinati e autonomi, al fine di garantire ed erogare ai lavoratori dello spettacolo, o loro familiari, le prestazioni pensionistiche ed assistenziali di invalidità, vecchiaia e superstiti.