Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

CNDCEC Report

CNDCEC Report

L'attività di gennaio del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

di Ufficio Stampa CNDCEC

Firme elettroniche
Un elaborato di tipo divulgativo per fornire ai commercialisti informazioni sintetiche sulle diverse tipologie di firme digitali e indicazioni sul loro corretto utilizzo e sulla loro efficacia probatoria. Il tutto corredato da un elenco riportante le best practices suggerite sull’argomento. E’ nato con queste finalità il documento “Breve Guida sulle Firme Elettroniche”, realizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti – Area di delega “Innovazione e organizzazione degli Studi Professionali” del consigliere Maurizio Grosso – con la collaborazione del Circolo dei Giuristi Telematici. Il documento ha tenuto in considerazione le concomitanti modifiche e integrazioni intervenute sull’articolato del Codice dell’amministrazione digitale, introdotte dal d.lgs. 13 dicembre 2017 ed entrate in vigore lo scorso 27 gennaio.

Valutazione degli immobili a garanzia dei crediti non esigibili
Anche il Consiglio nazionale dei commercialisti ha partecipato al tavolo tecnico che ha realizzato le Linee guida finalizzate alla valutazione degli immobili a garanzia dei crediti non esigibili, tenendo conto degli standard elaborati a livello nazionale e internazionale.
Il documento è finalizzato a favorire la trasparenza, la correttezza e l’affidabilità nella valutazione degli immobili. Destinatari del lavoro sono giudici, valutatori, creditori, debitori e tutti gli altri stakeholder coinvolti nei processi di gestione e recupero del credito immobiliare.
“La lunga crisi economica che abbiamo vissuto in questi anni – affermano Valeria Giancola e Giuseppe Tedesco, consiglieri nazionali del CNDCEC delegati alle Funzioni giudiziarie – ha fatto crescere notevolmente il numero e l’ammontare complessivo dei crediti inesigibili. In questo quadro, tutti i diversi operatori del settore avevano indubbiamente bisogno di un documento che fornisse loro indicazioni univoche, di un punto di riferimento autorevole per lo svolgimento della propria attività”.

ADR Commercialisti
Si è svolta il 30 gennaio a Roma la VI Convention della Fondazione ADR Commercialisti che rappresenta il braccio operativo del Consiglio nazionale dei commercialisti in tema di mediazione civile, arbitrato, negoziazione e gestione della crisi da sovraindebitamento. Sono stati soprattutto la mediazione e la gestione della crisi da sovraindebitamento i temi approfonditi durante l’incontro con la presentazione di una banca dati ad opera dei ricercatori della Fondazione presieduta da Felice Ruscetta.
Durante la convention è stato ricordato Alfio Pulvirenti, ex componente del comitato direttivo della Fondazione ADR e referente dell’OCC dell’Ordine dei commercialisti di Siracusa, scomparso prematuramente lo scorso luglio.

Informativa periodica “Diritto societario”
È stato pubblicato il secondo numero dell’informativa periodica “Diritto societario”, il progetto condiviso tra il Consiglio nazionale dei commercialisti e la sua Fondazione, al fine di informare sull’attività istituzionale svolta dallo stesso CNDCEC come spiegano i due consiglieri nazionali delegati alla materia, Massimo Scotton e Lorenzo Sirch. L’informativa ospita anche una sezione dedicata a “Giurisprudenza e Prassi” con una rassegna delle pronunce giurisprudenziali e delle prassi in uso relativamente ad ambiti del diritto societario, e del diritto di impresa più in generale, e una sezione riservata alle “Novità” che raccoglie le informazioni e le notizie relative ai recenti provvedimenti normativi che attengono al diritto societario.

Formazione Enti locali
C’è tempo fino al 30 novembre 2018 per fruire del corso di formazione professionale a distanza “Contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti territoriali”, realizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti in collaborazione con il Ministero dell'Interno e la Ragioneria generale dello Stato.
Lo ha reso noto lo stesso Consiglio nazionale attraverso l’informativa n. 10/2018. La frequenza al corso fornirà ai partecipanti i crediti formativi necessari sia per l’iscrizione all’Elenco dei revisori dei conti degli Enti locali, sia per la formazione professionale continua.
La piattaforma e-learning garantirà la partecipazione gratuita non solo agli iscritti all’Albo dei commercialisti, ma anche ai revisori degli enti locali, ai revisori legali dei conti, ai funzionari degli enti locali e delle prefetture.

XX Congresso mondiale dei commercialisti
Si svolgerà a Sydney dal 5 all’8 novembre 2018 il XX Congresso mondiale dei commercialisti (WCOA) “Global Challenges-Global Leaders”.
Si tratta di un tema con il quale gli organizzatori dell’evento intendono aprire una riflessione sulla volontà e sulla capacità della professione contabile di affrontare il cambiamento, la rottura e di guardare al futuro.
Il WCOA è il più importante incontro internazionale della professione e coinvolge i leader della comunità degli affari e della finanza globale. A Sydney sono attesi più di 6000 delegati provenienti da 130 paesi. Il Congresso mondiale si tiene ogni quattro anni. Il precedente, organizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti italiani, si era tenuto a Roma nel 2014.

Testo Unico società partecipazione pubblica
Presso il dipartimento del Tesoro del MEF è stata individuata la struttura competente a fornire gli orientamenti e le indicazioni sull’applicazione del Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica (d.lgs. 175/2016), nonché a condurre le verifiche necessarie a garantirne la corretta attuazione.
Nel comunicarlo agli Ordini territoriali attraverso l’informativa n. 9/2018, il Consiglio nazionale dei commercialisti ha sottolineato che la struttura del MEF interloquirà con le amministrazioni e le società esclusivamente per il tramite dei loro legali rappresentanti che dovranno richiedere informazioni attraverso la casella di posta elettronica certificata dipartimento.tesoro@pec.mef.gov.it.

Elenco delegati operazioni di vendita
In attesa dell’emanazione del decreto ministeriale, previsto dall’art. 179 ter disp. att. c.p.c., che dovrà individuare il percorso formativo e l’aggiornamento periodico per i professionisti richiedenti l’iscrizione nell’Elenco dei delegati alle operazioni di vendita, i presidenti dei tribunali, investiti della richiesta di iscrizione nel suddetto Elenco dei soggetti specializzati per la custodia e la vendita dei beni mobili iscritti nei pubblici registri e dei beni immobili (art. 534-bis e 591-bis c.p.c.), potranno procedere a nuove iscrizioni.
Lo comunica ai suoi iscritti il Consiglio nazionale dei commercialisti attraverso l’informativa n. 8/2018 in cui viene menzionata la circolare del Ministero sulla formazione dell’elenco dei professionisti.
Circolare che, si legge nell’informativa n. 8/2017, condivide i ragionamenti e le conclusioni a cui il Consiglio nazionale dei commercialisti era già pervenuto nell’informativa n. 57/2017.

Stati Generali dei Commercialisti
Matureranno 4 crediti formativi i commercialisti che parteciperanno agli Stati Generali della professione che si svolgeranno il prossimo 13 febbraio presso il Roma Convention Center La Nuvola. Nel comunicarlo agli Ordini locali attraverso le informative n. 2/2018 e n. 7/2018, il Consiglio nazionale dei commercialisti sottolinea che si tratta di un importante appuntamento che rappresenta l’occasione sia per discutere dei principali temi inerenti la professione, compresa la previdenza, sia per confrontarsi con le autorità politiche e istituzionali. Condurrà i lavori il giornalista del Tg1 Francesco Giorgino.

Consulenza del lavoro
L’azienda sanitaria della provincia di Bari ha modificato l’avviso pubblico per il servizio di consulenza del lavoro. Inizialmente riservato ai soli iscritti all’Albo dei consulenti del lavoro, dopo l’intervento dell’Ordine dei commercialisti del capoluogo pugliese, guidato da Elbano De Nuccio, il bando è ora rivolto anche ai commercialisti.
“La disponibilità a rivedere il bando – afferma il presidente nazionale dei commercialisti, Massimo Miani – è un fatto apprezzabile di cui siamo grati al direttore generale dell’Asl barese. Va però purtroppo segnalata la frequenza di casi simili che vedono esclusi i commercialisti da avvisi pubblici per incarichi che rientrano pienamente tra le loro attività professionali. Si tratta di inaccettabili errori forse dovuti a disattenzione e scarsa conoscenza delle norme, sui quali la categoria sarà sempre più vigile”.
“Riceviamo con frequenza crescente dai nostri Ordini territoriali – afferma Roberto Cunsolo, tesoriere del CNDCEC delegato al Lavoro – segnalazioni di bandi che escludono nostri iscritti, specie per incarichi che riguardano la consulenza del lavoro. È importante che, in casi come questi, la categoria si attivi a livello territoriale presso i suoi referenti istituzionali per segnalare queste situazioni e lavorare per modificarle. Nei casi in cui lo svolgimento delle attività professionali previste dal nostro ordinamento e dalla legge dovesse continuare ad essere ostacolato, siamo pronti ad attivarci, anche impugnando i provvedimenti all’origine di questi problemi”.

Spesometro light
“Lo spostamento della scadenza del 28 febbraio per la comunicazione dei dati delle fatture al sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento definitivo sullo spesometro è un fatto molto positivo”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Massimo Miani, sulle principali novità contenute nella bozza per lo spesometro light che l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito.
Miani ha anche sottolineato come “il rispetto del termine dei sessanta giorni deciso dell’Agenzia delle Entrate è il frutto della prima applicazione di una norma per la quale il Consiglio nazionale si è a lungo battuto, presso gli appositi tavoli tecnici con Mef e Agenzia, fino alla sua definitiva approvazione. Si tratta di una norma che va nella direzione di un’effettiva e piena attuazione dello Statuto del contribuente e che, quindi, restituisce un minimo di tranquillità, almeno per questa scadenza, al lavoro dei nostri colleghi”.

Borse di studio FNC
C’è tempo fino al 12 febbraio per partecipare all’assegnazione di due borse di studio messe a disposizione dalla FNC e intitolate alla memoria di altrettanti commercialisti uccisi nell’esercizio della professione. Dalla Fondazione nazionale dei commercialisti arriva un nuovo, significativo contributo a sostegno del merito nel percorso di formazione dei giovani laureati. Nell’ambito della sua attività di ricerca, la Fondazione mette a disposizione due borse di studio del valore di 12.500 euro ciascuna. La prima è intitolata alla memoria del commercialista foggiano Costanzo Iorio e approfondirà il tema “Evoluzione e Identità digitale – aspetti sociali, giuridici e fiscali”; la seconda è dedicata al calabrese Liberato Passarelli, già presidente dell’Ordine dei commercialisti di Castrovillari, ha come oggetto “Internazionalizzazione, Mondo Produttivo e Professionale – Aspetti sociali, giuridici e fiscali”.

Accountancy Europe
È stato rinnovato il board di Accountancy Europe, la federazione dei commercialisti europei (ex FEE) di cui il Consiglio nazionale dei commercialisti italiani è membro fondatore, con la nomina di due nuovi rappresentanti su dieci totali.
Si tratta della belga Christine Cloquet e dell’olandese Mark Vaessen che hanno competenze molto specialistiche nel settore fiscale.
Dell’esecutivo di Accountancy Europe, per il biennio 2017-2018, fa parte anche l’italiano Alessandro Solidoro, membro del Consiglio nazionale dei commercialisti con delega all’Attività internazionale.
“Il Consiglio nazionale dei commercialisti – commenta Solidoro – esprime soddisfazione per queste nuove nomine grazie alle quali è stata rafforzata la struttura della Federazione dei commercialisti europei nel settore fiscale e nel reporting".

Revisione legale imprese minori
Scade oggi 2 febbraio la pubblica consultazione del documento “Approccio metodologico alla revisione legale affidata al Collegio sindacale nelle imprese di minori dimensioni”, predisposto dal Consiglio nazionale dei commercialisti.
“Il volume – afferma il consigliere nazionale delegato alla materia, Raffaele Marcello – propone una metodologia comune di riferimento applicabile dai professionisti, accompagnando le varie fasi dell’attività di controllo dei bilanci e contraddistinguendosi per la semplicità della trattazione, il riferimento continuo alla realtà operativa, la ricchezza di casi pratici, esempi, applicazioni”.
Il lavoro è arricchito anche da un modello di manuale di controllo della qualità del sindaco revisore che può rappresentare un utile supporto per la configurazione e l'applicazione di un sistema di controllo della qualità conforme alle nuove richieste di legge.

Revisione legale dei conti
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha espresso la sua soddisfazione per le modifiche apportate alla legge regionale relativa al "Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna".
“Le modifiche all'articolo 36 della legge regionale n. 2 del 2016 sugli Organi di revisione legale dei conti - affermano il vicepresidente nazionale della categoria, Davide Di Russo, e il consigliere nazionale Remigio Sequi, entrambi delegati agli Enti locali – recepiscono le richieste avanzate all’amministrazione regionale dal Consiglio nazionale di concerto con gli Ordini territoriali sardi della categoria e uniformano finalmente la normativa regionale a quella nazionale”.
In virtù delle modifiche apportate alla legge, anche gli iscritti agli Ordini sardi dei commercialisti potranno entrare a far parte dell’elenco per l’Organo di Revisione Legale dei Conti redatto dall'Assessorato regionale degli Enti Locali, finanze e urbanistica. In precedenza l’iscrizione era riservata ai soli iscritti al Registro dei Revisori contabili.

Principi di revisione
Sette nuovi principi di revisione ISA Italia sono stati adottati con determina della Ragioneria Generale dello Stato lo scorso 12 gennaio, corredati da una rinnovata introduzione e da un nuovo glossario.
Lo comunica il Consiglio nazionale dei commercialisti agli Ordini locali con l’informativa n. 5/2018. I nuovi principi ISA Italia sono i numeri 200, 210, 220, 230, 510, 540 e 600. Il loro aggiornamento è la conseguenza dell’adozione, avvenuta con determina RGS del 31 luglio 2017, dei nuovi principi in materia di relazione di revisione alla cui elaborazione, come di consueto, ha collaborato il Consiglio nazionale dei commercialisti in qualità di ente convenzionato con il MEF.

Manovra di fine anno
La manovra di fine anno e le altre novità fiscali sono stati i temi del convegno che il Consiglio nazionale dei commercialisti ha messo a disposizione degli Ordini locali lo scorso 24 gennaio, in collaborazione con ItaliaOggi (informativa n. 4/2018), dando la possibilità a tutti gli iscritti all’Albo di ottenere 4 crediti ai fini della formazione professionale continua.

Telefisco 2018
Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha stipulato un accordo di partnership (informativa n. 3/2018) con Il Sole 24 Ore per consentire a tutti gli Ordini locali interessati di ricevere gratuitamente la trasmissione di Telefisco 2018, trasmesso ieri 1° febbraio, via satellite o in streaming nelle sedi accreditate, dando la possibilità a tutti gli iscritti all’Albo di ottenere 7 crediti ai fini della formazione professionale continua.

Nuovo Regolamento FPC
Sul Bollettino del Ministero della Giustizia del 31 dicembre 2017 è stato pubblicato il nuovo Regolamento per la formazione professionale continua, approvato dal Consiglio nazionale dei commercialisti nell’ottobre del 2017 e trasmesso al Ministro per l’acquisizione del parere favorevole nel dicembre scorso.
Il regolamento, in vigore dal 1° gennaio 2018, contiene importanti novità, a cominciare dall’esonero dall’obbligo formativo per gli iscritti nell'elenco speciale e per i non esercenti la professione e da una specifica disciplina dell’accreditamento dei corsi realizzati dalle Scuole di Alta Formazione. Vengono poi individuati criteri di equipollenza tra la formazione professionale continua dei commercialisti e quella iniziale e biennale dei gestori della crisi. Il nuovo regolamento prevede, tra l’altro, anche l’istituzione dell’elenco delle piattaforme valide per l’erogazione delle attività formative a distanza e l’eliminazione del limite per l’acquisizione di crediti formativi professionali tramite la fruizione di attività in modalità e-learning.

Revisori dei conti
Compensi in salvo per i revisori dei conti grazie alla mancata proroga della disposizione che imponeva dal 1° gennaio 2011 la stretta ai costi della politica.
La manovra 2018, infatti, non ha prorogato la norma del Dl 78/2010 (art. 6, comma 3) che imponeva alle amministrazioni pubbliche la riduzione del 10% dell’importo risultante alla data del 30 aprile 2010 degli emolumenti corrisposti agli “organi di indirizzo, direzione e controllo, consigli di amministrazione e organi collegiali comunque denominati ed ai titolari di incarichi di qualsiasi tipo”.
Il termine, inizialmente fissato a fine 2013, è stato prorogato più volte in sintonia con una serie di norme finalizzate al rispetto degli obiettivi di contenimento della spesa pubblica.
“Esprimiamo soddisfazione per la mancata proroga della disposizione – ha affermato Davide Di Russo, vicepresidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, delegato agli Enti locali –. Già a suo tempo avevamo commentato il taglio dei compensi previsto dalla manovra estiva 2010, affermando che chi aveva assunto incarichi in enti pubblici come revisore contabile o sindaco di società pubblica non avrebbe dovuto essere coinvolto nella riduzione del 10% degli emolumenti perché i compensi per questi incarichi sono già fissati da altre norme di riferimento”.