Press

Professione Economica e Sistema Sociale Testata Ufficiale del Consiglio Nazionale
dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Ordini&Territorio

SAF, Calabria e Basilicata avviano la prima Scuola

La sua nascita si inserisce nel progetto approvato a marzo dal Consiglio nazionale dei commercialisti

di Tiziana Mastrogiacomo

La Federazione dei 14 Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Calabria e Basilicata ha avviato con voto unanime la prima Scuola di alta formazione.
La decisione è stata assunta nei giorni scorsi a Paola, in provincia di Cosenza, durante l’Assemblea della Federazione a cui, tra gli altri, hanno preso parte ed i consiglieri nazionali dei commercialisti Maria Luisa Campise ed Antonio Repaci, il presidente della Fondazione nazionale dei commercialisti Giorgio Sganga, nonché i presidenti, i vicepresidenti e tutte le rappresentanze degli Ordini delle due regioni coinvolte.

La nascita della Scuola, che potrà operare nella macro area Calabria-Basilica, è il risultato del più ampio progetto per la costituzione delle Scuole di alta formazione approvato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili lo scorso 18 marzo.
Le SAF hanno per obiettivo la valorizzazione e la tutela della figura professionale del commercialista attraverso la progettazione di percorsi formativi altamente qualificati, tali da garantire non solo il mantenimento delle competenze e delle capacità professionali, ma anche l’accrescimento delle stesse nelle specifiche aree dell’attività lavorativa.

Al comitato scientifico, in particolare, è attribuito il compito di indicare le linee guida programmatiche e di indirizzo per l’attività della Scuola, secondo quanto previsto nel progetto formativo annuale predisposto dal Coordinamento permanente delle SAF.
Quali obiettivi intendono raggiungere gli Ordini dei commercialisti di Calabria e Basilicata con l’avvio della prima SAF? Alla domanda ha risposto il coordinatore della Federazione Luigi Vergari che, dopo aver ringraziato i presenti per il voto unanime espresso dai 14 Ordini partecipanti all’Assemblea, ha altresì sottolineato l’importanza della Scuola «che rappresenterà per i commercialisti calabresi e lucani la sede naturale per il conseguimento dei più elevati standard professionali, favorendo anche la specializzazione nell’ambito della professione a tutto beneficio degli utenti nei confronti dei quali sono garanti della fede pubblica».

Contestualmente alla nascita della Scuola, sono stati nominati i suoi organi direttivi: i comitato scientifico, quello esecutivo, il presidente ed il collegio dei revisori. Fanno parte del comitato scientifico: Maurizio Napolitano (che assumerà la carica di presidente), Mario Straticò, Antonio Bevacqua, Domenico Arcuri, Antonio Gigliotti, Filippone Aurelio, Francesco Anastasi, Pasqualino Saragò, Bernardo Femia, Natale Algieri, Vincenzo Morelli, Maria Luisa Campise, Luigi Vergari, Eustachio Quintano, Antonio Cutolo, Franco Rubino, Valerio Donato, Domenico Nicolò, Mauro Serra, Fortunato Varone. Fanno parte del Comitato esecutivo: il presidente Maurizio Napolitano, Domenico Arcuri, Antonio Bevacqua, Bernardo Femia e Antonio Cutolo. Per il collegio dei revisori sono stati nominati: Antonio Santospirito in qualità di presidente, Ettore Lacopo e Salvatore Delgaiso come membri effettivi, Maria Teresa Albano e Rosario Vasta come membri supplenti.